Viaggiare in Italia 2018-02-07T11:59:52+00:00

VIAGGIARE IN ITALIA

Programma 2 – 3 giorni:            

1° giorno: arrivo a Fenis. Incontro con la guida (ingresso con supplemento da pagare in loco / gruppi di 25 persone / prenotazione obbligatoria / il castello stabilisce gli orari) e visita del castello. Il più bello tra i castelli della Valle d’Aosta, fu fortificato intorno al 1340; comprende una doppia cinta muraria, torri e tutti gli elementi difensivi ed offensivi di un tipico castello medievale. In alternativa visita al Castello di Issogne. Il castello è situato nell’abitato omonimo sul versante destro della Dora, di rimpetto alla cittadinanza di Verrei. Trasformato nei secoli da primitivo maniero a sontuosa dimora ed arricchito con splendide pitture murali, ne visitiamo la sala da pranzo, la cucina, la sala baronale, la cappella, la camera della Contessa con l’oratorio ornato di pitture. Al secondo piano: la stanza del re di Francia, la camera dei “Cavalieri di San Maurizio” con il bel soffitto a cassettoni in cui è dipinta la croce di quest’ordine (ingresso con supplemento da pagare in loco / gruppi di 25 persone).
Successivamente trasferimento e visita guidata di Aosta (ca. 2h.). Visitiamo a piedi il centro storico. Definita la Roma delle Alpi, mantiene del periodo romano indelebili testimonianze; lo stesso impianto urbanistico del centro storico è la più evidente traccia delle origini romane del centro abitato. Oltre alle mura che la cingono, e di cui restano notevoli tratti, ad Aosta è possibile vedere ancora oggi eccezionali costruzioni dell’epoca romana. Tra i monumenti da ricordare la Porta Praetoria, una delle poche del mondo romano ancora perfettamente conservata, il Teatro, il Criptoportico forense, il perimetro quasi completamente intatto della cinta muraria, il maestoso Arco d’Augusto, quindi due capolavori dell’arte medievale quali la Cattedrale e Sant’Orso, veri e propri scrigni di opere d’arte. Aosta è inoltre particolarmente interessante per alcuni aspetti meno noti, di arte cosiddetta “minore”, tra i quali strade antiche, fontanili e lavatoi, cappelle votive, meridiane, abitazioni storiche e cortili. Trasferimento in hotel, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Incontro con le guide (a disposizione per intera giornata)Facile escursione naturalistica per illustrare le peculiarità della zona e gli aspetti generali sulla Valle dei Rhemes e sul Parco Nazionale del Gran Paradiso. Durante l’escursione potremo osservare gli animali più comuni degli ambienti alpini, capirne le caratteristiche principali, studiare le tracce lasciate sul terreno, capire le interazioni tra le varie specie (territorialità, branchi, prede e predatori, dinamica delle popolazioni, ecc.). La salita al Rifugio Benevolo è una piacevole camminata che si svolge interamente su sterrato, in un ambiente dominato dalla presenza della Granta Parei (3387 mt.), cima glaciale emblema della valle. La sua forma aspra è caratterizzata dall’imponente parete orientale, ben visibile dal rifugio Benevolo. Dal rifugio si gode anche di un ampio panorama verso la testata della valle, caratterizzata da un largo ghiacciaio esteso tra la punta Basei e la punta Bousson. La vegetazione è caratterizzata soprattutto dalla prateria, anche se inizialmente non mancano gruppetti di larici. Spettacolare è una cascata che si incontra poco prima del ponte sulla Dora (a circa 2125 mt. di quota): l’acqua compie una successione di salti imponenti precipitando attraverso il versante sud-est della punta Bassac, incidendo nelle stesso un profondo canalone.
Pranzo in rifugio.
Nel pomeriggio proseguimento dell’escursione. Rientro in hotel, cena e pernottamento.
3° giorno: prima colazione. Possibilità di visita (guida ed ingressi con supplemento) a:

  1. Produttori Latte e Fontina: trasferimento a Valpelline. La Cooperativa produttori latte e fontina qualche anno fa ha allestito un centro visitatori a fianco del magazzino di Valpelline allo scopo di fornire ai suoi ospiti una visione di insieme dell’intera filiera produttiva della Fontina oltre che di fornire informazioni corrette ed esaurienti sulla propria attività e sugli aspetti che la rendono peculiare. Il Centro visitatori è diviso in tre sezioni: una dedicata alla storia, una al territorio e una alle modalità di trasformazione del latte in Fontina. Attraverso la proiezione di un video, una galleria di immagini e un piccolo ma interessante museo il visitatore in pochi minuti entra nel vivo di tutti quegli aspetti che caratterizzano la produzione della Fontina. A ciò può seguire, in un ambiente particolarmente suggestivo, la visita del magazzino durante la quale viene spiegato con passione e competenza come i formaggi vengono curati manualmente uno ad uno e come questi evolvono dal momento in cui entrano in magazzino fino al raggiungimento della maturazione ottimale. Alla fine dell’escursione è possibile un assaggio di Fontina (con supplemento) e per concludere il visitatore può acquistare una fetta di Fontina da portare a casa (durata ca. 1h.30 / la visita sarà accompagnata da un responsabile / da prenotare).
  2. Fortezza di Bard: Bard è un tipico villaggio di attraversamento nato lungo la strada romana. Si presenta oggi nel suo assetto urbano medievale e conserva pregevoli edifici residenziali del XV secolo. Percorrendo così l’unica via del borgo si può respirare un’autentica atmosfera d’altri tempi. La Fortezza è un’imponente opera di sbarramento, eretta su uno sperone roccioso. Il complesso è composto da diversi corpi indipendenti. La piazzaforte è un perfetto esempio dell’architettura militare dell’epoca e disponeva di potenti artiglierie. Non fu mai teatro di scontri e si è quindi conservata praticamente intatta. Dalla fine dell’ottocento perse la propria importanza bellica e fu destinato prima a carcere militare poi a deposito di munizioni. Oggi è anche sede di un Museo delle Alpi che descrive, con l’ausilio di moderni audiovisivi, gli aspetti geologici, naturalistici, storici, antropologici delle Alpi. Attraverso l’impiego di innovative e spettacolari tecnologie audiovisive, è capace di stupire ed emozionare grandi e bambini. Pranzo libero (pranzo in ristorante con supplemento). Partenza per il rientro.

Alberghi: 
hotel *** situato nei pressi di Aosta. Cena in hotel.
hotel *** situato a Rhemes Notre Dames (Ao). Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione    
2 giorni (1 notte): € 106,00         
3 giorni (2 notti): € 160,00     

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in camera singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in rifugio il 2° giorno, visita guidata di un Castello e del centro di Aosta come da programma del 1° giorno (mezza giornata), guide ambientali per la visita del Parco del Gran Paradiso come da programma del 2° giorno (intera giornata), le gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 – 3 giorni: 
            
1° giorno: arrivo alla Venaria Reale; voluto da Emanuele II come residenza “di piacere e di caccia”, il complesso è  costituito dalla Reggia con i giardini, dal Parco e dalla Residenza la Mandria, dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’Umanità. Ingresso e visita guidata alla Reggia (ca. 2h.). E’ uno dei più significativi esempi della magnificenza dell’architettura e dell’arte barocca del XVII e XVIII secolo. Il fulcro è rappresentato dalla cosiddetta Reggia di Diana, edificata nel 1660 e destinata a vivere due secoli di ininterrotte modifiche. Successivamente si prosegue con una visita libera dei Giardini; dalla Peschiera Grande ai resti del Tempio di Diana, passando dalle Grotte, ammirando il sito archeologico della Fontana d’Ercole, le Pergole delle Rose, il Giardino a Fiori, le Allee, il Giardino delle Sculture Fluide del maestro Giuseppe Penone. Il percorso permette di conoscere le vicende storico-architettoniche e le fasi del complesso progetto di recupero, senza tralasciare notizie ed informazioni sull’apparato botanico e le composizioni floreali. Conclusa la visita tempo libero a disposizione. Trasferimento in hotel, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Incontro con la guida e visita del centro di Torino (ca. 3h.). Prima capitale d’Italia, offre scorci ineguagliabili fra le vie del centro e i lunghi viali porticati, in equilibrio tra il misurato sfarzo del barocco piemontese e la razionale urbanistica romana. La nostra passeggiata ci porta alla scoperta dei luoghi più importanti del centro: Piazza San Carlo con Palazzo Madama, il Teatro Regio, i locali storici, Piazza Castello (fulcro storico della città), il Duomo rinascimentale con  l’imponente campanile, la Torino ottocentesca e i luoghi del Risorgimento.
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio proseguimento della visita libera della città. Rientro in hotel, cena e pernottamento.
3° giorno: prima colazione. Possibilità di visita (ingressi e guide con supplementi) a:

  1. Museo del Cinema ospitato presso la Mole Antonelliana: films, oggetti, lanterne magiche, manifesti costituiscono parte del patrimonio del museo che rende omaggio ai divi del muto, ai primi effetti speciali, ai pionieri del cinema, ai kolossal e che conserva preziosi reperti della storia del cinema. Possibilità di salire sulla Mole Antonelliana grazie all’ascensore panoramico.
  2. Museo Egizio: è una delle più importanti collezioni egizie del mondo e la sua storia segue le vicende della riscoperta della civiltà faraonica dal XVII secolo ai giorni nostri. Costituito da oltre 8.000 oggetti con grandi statue, papiri, stele, sarcofagi e mummie, oggetti di bronzo, amuleti, monili e oggetti della vita quotidiana. La collezione, articolata su 3 piani, è caratterizzata da documenti espressione dell’arte e delle tradizioni religiose e funerarie.
  3. Superga: salita in pullman alla Basilica (possibilità di salire con la storica tranvia a dentiera Sassi / con supplemento / necessaria la prenotazione): luogo simbolo di Torino, ci offre un panorama unico sulla città. Visitiamo la Basilica ideata e realizzata da Filippo Juvarra nel ‘700, sede delle tombe reali (ingresso alla Basilica gratuito / ingresso e visita guidata alle Tombe Reali con supplemento – prenotazione obbligatoria – durata 45 minuti / salita alla Cupola con supplemento – necessaria la prenotazione / ingresso agli appartamenti Reali con supplemento – max 15 partecipanti alla volta – necessaria la prenotazione).
  4. Museo del Risorgimento: in ventisette sale è illustrato il processo di unificazione dalla battaglia di Torino del 1706 alla seconda guerra mondiale attraverso dipinti, statue, libri, documenti, cimeli, armi, bandiere, divise. Nell’ellittica aula del Parlamento subalpino, che ospitò la Camera dei Deputati del regno di Sardegna dal 1848 al 1860, coccarde tricolori contrassegnano i seggi di Garibaldi, d’Azeglio, Balbo e Cavour. Nell’aula del Parlamento italiano, terminata nel 1871 dopo il trasferimento della capitale e perciò mai utilizzata, sono esposte 172 bandiere relative al movimento operaio. La visita si conclude con la Galleria della Resistenza dove sono conservati documenti inerenti l’antifascismo.
  5. Palazzo Reale: grandiosa costruzione secentesca (fu residenza dei duchi di Savoia, dei Re di Sardegna e dei Re d’Italia fino al 1865) più volte rimaneggiata e ampliata. Sono visitabili gli appartamenti reali riccamente arredati dal XVII al XX secolo che documentano l’evoluzione del gusto dei sovrani sabaudi e conservano non soltanto mobili ma anche orologi, porcellane e argenti.
  6. Museo Pietro Micca: quando nel 1706 si svolsero l’assedio e la battaglia di Torino, la città era difesa da una cerchia di mura, da una cittadella e da una rete di gallerie che furono determinanti a rendere efficace la difesa. Lo sviluppo urbanistico ha cancellato le fortificazioni ma ha lasciato pressoché intatta la rete delle gallerie; lo sviluppo è stimato in 14 chilometri di cui 9 percorribili. Il Museo documenta gli episodi che si svolsero durante l’assedio. Dalle sale del museo si accede alla rete delle gallerie consentendo la scoperta di un’opera di architettura militare unica al mondo.
  7. Torino 2006: le Olimpiadi invernali del 2006 hanno trasformato vaste aree industriali abbandonate; la visita in pullman ci permette di scoprire queste aree e osservare le creazioni di architetti di fama mondiale.
  8. Museo dell’automobile (supplemento da pagare in loco / durata ca. 1h.30): il museo, completamente ristrutturato, tra i più importanti d’Europa, documenta l’evoluzione dell’automobile dai primordi agli anni ottanta con l’esposizione di oltre 150 vetture originali, a cui vanno aggiunti modelli, stampe, manifesti e disegni d’epoca. Il Museo presenta molti pezzi unici o rarissimi e una sezione dedicata alle auto da corsa.

Nel corso della giornata pranzo libero (supplemento ristorante). Partenza per il rientro.

Alberghi: 
hotel *** situato a Torino, in posizione periferica, a 10 minuti di pullman dal centro. Cena in hotel.
hotel *** situato a Torino, in posizione centrale. Cena in ristorante convenzionato nei pressi dell’hotel.

Quota individuale di partecipazione               
2 giorni (1 notte) hotel periferico €  96,00            
2 giorni (1 notte) hotel centrale   € 117,00           
3 giorni (2 notti) hotel periferico  € 138,00           
3 giorni (2 notti) hotel centrale    € 178,00     

Gratuità: 1 ogni 25 in camera singola (esclusi i supplementi*)

La quota di partecipazione comprende:  la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, ingresso e visita guidata alla Reggia di Venaria Reale il 1° giorno (ca. 2h.), visita guidata del centro di Torino il 2° giorno (ca. 3h.), le gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 giorni:

1° giorno: arrivo a Genova. Ingresso e visita guidata (durata 1h.30) all’Acquario. Il percorso ci permette di scoprire oltre 600 differenti specie acquatiche nelle loro ambientazioni. Vedremo foche, delfini, pinguini, squali, pesci di tutte le forme e colori, la barriera corallina, la foresta malgascia con i coccodrilli e i camaleonti. Visiteremo inoltre la Grande Scogliera Mediterranea che ci darà la possibilità di conoscere alcuni degli animali più comuni delle nostre coste. Conclusa la visita tempo libero a disposizione. Possibilità di salire con l‘ascensore panoramico (con supplemento in loco) “Bigo”, trasformato da Renzo Piano nel simbolo architettonico del porto Antico di Genova per offrire un panorama mozzafiato della città. La cabina dell’ascensore, che ruota su se stessa, è stata dotata di un sistema audio e di pannelli che illustrano i campanili, le torri, i caratteristici tetti di ardesia e gli edifici antichi e moderni che emergono dal labirinto dei “caruggi” genovesi. 
Successivamente incontro con la guida e visita della città (durata ca. 2h.); l’itinerario tocca Porta Soprana, Sant’Agostino, Santa Maria di Castello, la Torre degli Embrici, San Donato, la Cattedrale di San Lorenzo. Possibilità di visita al Museo del Tesoro (ingresso a pagamento). Nei sotterranei della cattedrale sono esposti capolavori di argenteria antica, oreficeria ed arte sacra dell’XI secolo, reliquie ed oggetti legati alla storia civile e religiosa della città. Possibilità di effettuare un giro in battello del Porto (con supplemento); scopriamo aspetti interessanti e curiosi di uno dei più grandi porti d’Europa. Durante la navigazione nelle acque tranquille dei bacini portuali osserviamo le molteplici attività svolte sulle banchine (60 minuti). Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento a Levanto. Incontro con la guida (a disposizione per l’intera giornata). Consegna delle Carte 5Terre. Giornata dedicata alla scoperta del Parco Nazionale delle Cinque Terre. Raggiungiamo in treno Riomaggiore. Da qui inizia l’escursione a piedi lungo il sentiero della Via dell’Amore. Successivamente ci spostiamo verso Manarola, Corniglia e Vernazza. Potremo sostare e visitare le singole borgate che si affacciano sul mare e l’escursione consentirà di conoscere la bellezza e il fascino di questi luoghi. La camminata è facile ed è alla portata di tutti. I paesi delle Cinque Terre sono fra gli unici dell’intera penisola italiana ad aver conservato una genuina impronta marinara. La morfologia del territorio, una costa ricca di falesie, insenature e alcune piccole isole creano un contesto paesaggistico di grande suggestione. Qui, per secoli, generazioni di contadini hanno coltivato i vigneti aggrappati alle scogliere, tra alti promontori dominati da antiche torri di avvistamento che delimitano ampie insenature e versanti rimasti boscosi, verdi di lecci, sughere e macchia mediterranea. Giunti a Vernazza proseguiamo in treno sino a raggiungere Monterosso e visitiamo il borgo (il biglietto del treno consente di decidere quando interrompere l’escursione).
Nel corso della giornata libero (pranzo in ristorante con supplemento).
A Monterosso si conclude la nostra escursione. Trasferimento in treno a Levanto. Partenza per il rientro.

Albergo:
hotel *** situato a Lavagna (Ge). Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione      
2 giorni (1 notte): € 107,00         
3 giorni (2 notti): € 155,00

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in camera singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del 1° giorno alla colazione dell’ultimo giorno, biglietto d’ingresso e la visita guidata all’Acquario di Genova la mattina del 1° giorno (ca. 1h.30 / comprende il primo piano dell’Acquario e la Nave Blu), visita guidata della città di Genova il pomeriggio del 1° giorno (ca. 2h.), guide per l’escursione alle Cinque Terre il 2° giorno (intera giornata), Carta Cinque Terre° per l’escursione sulle Cinque Terre come da programma del 2° giorno, gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzi, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

° Carta Cinque Terre: consente l’accesso al Parco delle Cinque Terre e l’utilizzo del treno nella tratta Levanto – La Spezia e viceversa (sui treni regionali  in 2° classe) per numero illimitato di viaggi nel periodo di validità della carta.

Programma 2 – 3 giorni:

1° giorno: arrivo a Genova. Ingresso e visita guidata (durata 1h.30) all’Acquario. Il percorso ci permette di scoprire oltre 600 differenti specie acquatiche nelle loro ambientazioni. Vedremo foche, delfini, pinguini, squali, pesci di tutte le forme e colori, la barriera corallina, la foresta malgascia con i coccodrilli e i camaleonti. Visiteremo inoltre la Grande Scogliera Mediterranea che ci darà la possibilità di conoscere alcuni degli animali più comuni delle nostre coste. Conclusa la visita tempo libero a disposizione. Possibilità di salire con l‘ascensore panoramico (con supplemento in loco) “Bigo”, trasformato da Renzo Piano nel simbolo architettonico del porto Antico di Genova per offrire un panorama mozzafiato della città. La cabina dell’ascensore, che ruota su se stessa, è stata dotata di un sistema audio e di pannelli che illustrano i campanili, le torri, i caratteristici tetti di ardesia e gli edifici antichi e moderni che emergono dal labirinto dei “caruggi” genovesi. 
Successivamente incontro con la guida e visita della città (durata ca. 2h.); l’itinerario tocca Porta Soprana, Sant’Agostino, Santa Maria di Castello, la Torre degli Embrici, San Donato, la Cattedrale di San Lorenzo. Possibilità di visita al Museo del Tesoro (ingresso a pagamento). Nei sotterranei della cattedrale sono esposti capolavori di argenteria antica, oreficeria ed arte sacra dell’XI secolo, reliquie ed oggetti legati alla storia civile e religiosa della città. Possibilità di effettuare un giro in battello del Porto (con supplemento); scopriamo aspetti interessanti e curiosi di uno dei più grandi porti d’Europa. Durante la navigazione nelle acque tranquille dei bacini portuali osserviamo le molteplici attività svolte sulle banchine (60 minuti). Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento a Santa Margherita Ligure. Di origine romana, trasformata da villaggio di pescatori in località turistica di fama internazionale, è oggi una delle mete turistiche liguri fra le più amate per la bellezza del paesaggio, per l’eleganza delle sue case, delle sue ville e dei grandi alberghi. La cittadina conserva inoltre testimonianze artistiche di grande valore nelle sue chiese romaniche e barocche. Imbarco ed escursione in motonave (orario da concordare). La navigazione consente di scoprire il meraviglioso Promontorio di Portofino, costeggiando ripide scogliere ricoperte da pini marittimi, intercalate da belle insenature. Arrivo e sbarco all’Abbazia di San Fruttuoso. Sorge in una profonda insenatura ed appare in tutto il suo splendore, incastonata tra il verde del Promontorio e il mare della caletta su cui si affaccia. L’abbazia, dopo un importante e attento restauro, è tornata all’antico splendore. Dopo la prima frequentazione monastica, il complesso di San Fruttuoso di Capodimonte fu umile abitazione per pescatori, spesso covo di pirati, poi proprietà per secoli dei Principi Doria: un luogo assolutamente unico, dove l’opera dell’uomo si è felicemente integrata con quella della natura. Sono visitabili il complesso monastico del X-XI secolo con il Chiostro, la Sala Capitolare, la Chiesa, le tombe dei Doria e il corpo a mare gotico del XIII secolo (ingresso con supplemento).
Nel corso della giornata libero (pranzo in ristorante con supplemento).
Nel primo pomeriggio partenza in vaporetto con sosta e breve visita libera di Portofino. Sorge sulla punta più meridionale dell’omonimo promontorio, tra Camogli e Santa Margherita Ligure, nella riviera di levante. Di antichissime origini Portus Delphini era noto già in età romana. L’importanza di Portofino crebbe nel medioevo per il suo porto naturale, sicuro approdo e rifugio per i velieri dell’epoca. L’economia di questo piccolo borgo era allora costituita dalla pesca per gli abitanti della costa e dall’agricoltura per gli abitanti del monte. A partire dalla fine dell’Ottocento il borgo divenne meta di soggiorno della borghesia e della nobiltà internazionale, che costruirono, nei pendii prospicienti il borgo, ville e parchi. Il nucleo storico, discretamente integro anche se interamente riconvertito al turismo, si affaccia sul famoso porticciolo, di fronte al quale si trova la caratteristica “piazzetta”, ricca di bar, ristoranti e boutique esclusive.
Ripartenza e rientro nel corso del pomeriggio a Santa Margherita Ligure. Partenza per il rientro.

Albergo:
hotel *** situato a Lavagna (Ge). Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione       
2 giorni (1 notte): € 108,00         
3 giorni (2 notti): € 153,00     

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in camera singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del 1° giorno alla colazione dell’ultimo giorno, biglietto d’ingresso e la visita guidata all’Acquario di Genova la mattina del 1° giorno (ca. 1h.30 / comprende il primo piano dell’Acquario e la Nave Blu), visita guidata della città di Genova il pomeriggio del 1° giorno (ca. 2h.), escursione in motonave a San Fruttuoso e Portofino come da programma il 2° giorno (intera giornata), gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzi, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 – 3 giorni:

1° giorno: arrivo ed incontro con la guida (durata ca. 2h.30). Possibilità di visita di:

  1. Redipuglia: un itinerario per rivivere le immagini dei giorni della prima guerra mondiale nella scabra cornice naturale del Carso. Un vero Museo all’aperto: il Sacrario Militare, che raccoglie le spoglie di centomila caduti, i luoghi, le trincee, i camminamenti delle battaglie più cruente tra le truppe italiane e quelle austro ungariche durante la Grande Guerra. A testimonianza delle dure battaglie che ebbero luogo nella zona, visitiamo il Sacrario Militare del Monte San Michele dove si trova un piccolo Museo della Guerra contenente reperti e testimonianze. È inoltre possibile visitare gallerie, trincee ed altri manufatti bellici.
  2. Aquileia: fondata nel 181 a.C., ha un’area archeologica di eccezionale importanza, considerata dall’Unesco Patrimonio dell’umanità. Gli scavi hanno messo in luce resti del foro romano e di una basilica, di pavimenti in mosaico e fondazioni di case, di statue, dei mercati, di mura, del porto fluviale, di un grande mausoleo. Successivamente scopriamo la splendida Basilica di S. Maria Assunta, eretta su un edificio del IV secolo dove si possono ammirare i famosi mosaici paleocristiani (IV sec.) che costituiscono una tappa fondamentale nella storia dell’arte italiana. Di grande rilievo sono gli affreschi della cripta dell’IX sec. e la cripta degli scavi con i suoi bellissimi mosaici.

Conclusa la visita trasferimento a Grado. Visita libera della città con la Basilica di Santa Maria, vero gioiello paleocristiano, e la Basilica di Sant’Eufemia che insieme al battistero, elegante edificio in mattoni costruito nel V secolo, testimoniano la ricca storia di questa cittadina. Possibilità di escursione in motonave nella laguna (con supplemento) che è parte integrante della Riserva Naturale Regionale Foce dell’Isonzo, patrocinata dal WWF e si estende per ben 8800 ettari. Andiamo alla scoperta di una natura incontaminata, da esplorare navigando da un isolotto ad un altro, alla scoperta dei caratteristici casoni e dei resti di antiche chiese. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento
2° giorno: prima colazione. Trasferimento a Trieste. Incontro con la guida (durata ca. 2h.30); ampio giro città nel Borgo Teresiano, le Rive e Piazza Unità d’Italia fino al porto nuovo. Sosta sul colle di San Giusto con visita della Cattedrale e vista panoramica. Visita del Teatro Romano, di una chiesa ortodossa e/o di un caffè in stile viennese con ampie spiegazioni su particolarità urbanistiche, architettoniche, storiche e di vita quotidiana. Trasferimento alla Risiera di San Sabba. La Risiera si trova nell’immediata periferia della città. Lo stabilimento per la pilatura del riso fu trasformato nel 1943 dai nazisti in campo di detenzione per lo smistamento dei deportati e per l’eliminazione di partigiani, detenuti politici ed ebrei.
Pranzo in ristorante.
Proseguimento della visita libera della città. Nel pomeriggio trasferimento e visita libera (guida con supplemento) al Parco e Castello di Miramare. L’edificio conserva all’interno l’arredo e le decorazioni originali dell’epoca. Si visitano gli appartamenti dell’Arciduca, le stanze degli ospiti, la sala didattica con la storia del Castello. Il grande parco che circonda il castello offre l’occasione di una passeggiata di grande interesse con l’importante raccolta di sculture che decorano i vialetti. Si segnalano inoltre le Scuderie, le Antiche Serre, il Castelletto. Rientro, cena e pernottamento.
3° giorno: prima colazione. Possibilità (guida ed ingressi con supplemento) di visita a:

  1. Grotta del Gigante: è considerata la caverna turistica più grande del mondo. Attraverso un comodo percorso permette di scoprire questo meraviglioso mondo sotterraneo: aperta nel 1908, si compone di una grande sala capace di contenere la Basilica di San Pietro. Evidenzia suggestive concrezioni calcaree e nel suo interno un sismografo è capace di rilevare le più piccole vibrazioni.
  2. Sentiero Rilke: escursione a piedi dedicata alla scoperta del Carso triestino lungo il sentiero Rilke che si snoda per circa 2 km. in un suggestivo ambiente naturale che vede il suo punto di pregio nell’incontro tra macchia mediterranea e flora tipica dell’Europa Centro Orientale. In questo tratto di costa la natura ha plasmato il calcare in imponenti torrioni e in sottili lame. Da una parte osserviamo la dorsale dell’altipiano carsico, dall’altra il Golfo dove, su di un promontorio, spicca la mole del Castello di Miramare.
  3. Gorizia: la visita consente di scoprire il bel centro storico con il Duomo, Piazza della Vittoria, con la Chiesa di Sant’Ignazio e la fontana del Nettuno, Via Rastello, la prima via della città (‘300) totalmente riservata ai pedoni e fiancheggiata da edifici che conservano architetture antiche e il Borgo Castello che sovrasta il centro storico. Ne fanno parte un castello e il borgo antico da cui si accede attraverso la Porta Leopoldina. All’interno del castello è ospitato anche il Museo della Grande Guerra. Dieci sale in cui si ripercorrono le vicende del fronte dell’Isonzo, una rappresentazione chiara ed efficace degli eventi bellici e dei loro riflessi umani e sociali, modernamente impostata dal punto di vista espositivo e basata su una selezione di materiali e documenti.
  4. Foiba di Basovizza: una voragine carsica dichiarata monumento nazionale nel 1992 perché testimone delle atrocità consumate alla fine della seconda guerra mondiale. La visita guidata consente di ripercorre una delle pagine più buie della storia triestina. La Foiba infatti, pozzo minerario in disuso, nei primi giorni del maggio 1945, fu teatro di esecuzioni di italiani, civili e militari, arrestati dalle truppe jugoslave d’occupazione.
  5. Palmanova: edificata dalla Repubblica di Venezia a partire dal ‘500, incanta il visitatore per la pianta stellata a 9 punte e per il complesso sistema di fortificazione con i suoi poderosi bastioni, i rivellini e le lunette napoleoniche.

Nel corso della giornata pranzo libero (supplemento ristorante). Partenza per il rientro.

Albergo: 
hotel *** situato a Grado (Go), situato in prossimità del centro storico. Cena in hotel.

Quote di partecipazione individuale:                     
2 giorni (1 notte): € 86,00          
3 giorni (2 notti): € 130,00    

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in camera singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, guida per la visita di Redipuglia e per l’itinerario dedicato alla Grande Guerra oppure per la visita di Aquilieia come da programma del 1° giorno (durata ca. 2h.30), guida per la visita del centro storico di Trieste e della Risiera di San Sabba come da programma del 2° giorno (durata ca. 2h.30), le gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 – 3 giorni

1° giorno: arrivo in mattinata a Lucca. Incontro con la guida (durata 2h.30). La visita permette di scoprire: la Piazza e la Chiesa di S. Michele (con la sua ricchissima decorazione marmorea è uno degli esempi più importanti dell’architettura pisano-lucchese), gli esterni della casa natale di Giacomo Puccini, la Chiesa di San Martino, le vie medievali e l’anfiteatro romano (costruito nel II secolo d.C., ha subito nei secoli l’addossamento delle case ma ha mantenuto la tipica forma ellittica, divenendo una delle piazze cittadine più belle e caratteristiche), San Frediano (la più antica chiesta di Lucca risalente al VI secolo). Conclude la visita la passeggiata sulle mura che permette di scoprire una tra le opere militari più significative di tutta la Toscana. Antiche e intatte, formano un anello alberato intorno alla città offrendo suggestivi scorci. Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento a Firenze. Incontro con la guida (durata 3h.). L’itinerario tocca la Chiesa di Santa Maria Novella (chiostri a pagamento), il Duomo, l’esterno del Battistero (interni a pagamento), il Campanile di Giotto, Piazza della Signoria con gli esterni di Palazzo Vecchio e della Loggia dei Lanzi. Proseguiamo lungo gli esterni della Galleria degli Uffizi e del Corridoio Vasariano sino a raggiungere il Ponte Vecchio (in alternativa visita alla alla Basilica di Santa Croce (ingresso a pagamento).
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio possibilità (guida ed ingressi con supplemento) di visita a:

  1. Palazzo Vecchio: ha una storia lunga oltre settecento anni e i suoi ambienti raccontano storie di guerra e disegni politici, capolavori artistici e momenti di vita quotidiana.
  2. Uffizi: offre una delle raccolte pittoriche più importanti del mondo: Giotto, Botticelli, Raffaello, Caravaggio, Masaccio, Beato Angelico, Mantegna, Michelangelo, Tintoretto.
  3. Il Genio di Leonardo: una mostra permanente, quaranta modelli di macchine civili, militari e per il volo, tutte costruite in legno e metallo in scala o a grandezza naturale. I ragazzi potranno manovrarle e vederle in funzione.
  4. Casa di Dante: si trova in una delle parti più antiche del centro storico. Nel museo ripercorriamo la vita del poeta e scopriamo i luoghi in cui ha vissuto. Il museo conserva numerose riproduzioni di documenti, modellini e diorama che mettono in luce alcuni aspetti della sua vita e degli avvenimenti storici trattati nella Divina Commedia.
  5. Sud dell’Arno: visita ai Giardini di Boboli (ingresso da prenotare), esterni di Palazzo Pitti, Galleria Palatina (vi sono raccolte una ricca collezione di opere di Caravaggio, Raffaello, Velazquez, Rubens, Canova, ecc.), Piazza e Chiesa di Santo Spirito, Chiesa di Santa Maria del Carmine dove si conserva una delle più alte testimonianze della pittura di tutti i tempi: gli affreschi della Cappella Brancacci eseguiti da Masaccio (ingresso a pagamento / necessaria prenotazione). Possibilità di salire a Piazzale Michelangelo (raggiungibile a piedi o bus) da cui si può godere di un magnifico panorama sul centro storico. Molto interessante da qui anche la visita della chiesa romanica di San Miniato.
  6. Itinerario Michelangelo: Galleria dell’Accademia, Cappelle Medicee, Chiesa di San Lorenzo con la Cappella dei Principi (con uno dei cicli scultorei più importanti di Michelangelo), Museo dell’Opera dove sono conservate alcune opere di Michelangelo, Casa Buonarroti (ingresso a pagamento) a memoria del genio di Michelangelo. Offre l’emozione di ammirare due celebri rilievi marmorei e la possibilità di collegare le opere michelangiolesche con le vicende secolari della famiglia Buonarroti. La Casa raccoglie rare collezioni d’arte: dipinti, sculture, maioliche, reperti. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° giorno: prima colazione. Trasferimento a Pisa. Incontro con la guida (durata 2h.30). Visitiamo la scenografica Piazza dei Cavalieri con il Palazzo dell’Orologio e la Torre della Muda (famosa per essere stata la prigione del Conte Ugolino), la Chiesa di Santo Stefano (progettata dal Vasari), i palazzi con le facciate cinque-settecentesche, le numerose case-torri e una delle più famose Piazze del mondo: Piazza dei Miracoli. Visitiamo il Duomo (ingresso a pagamento) dedicato a Santa Maria, uno dei capolavori dell’architettura romanica in cui si fondono elementi stilistici classici, tardo antichi, bizantini, lombardo-emiliani; gli esterni della Torre pendente con la sua architettura romanica-pisana e interessata in questi ultimi decenni da importanti lavori di consolidamento per impedirne il crollo; il maestoso Battistero (ingresso a pagamento) dedicato a San Giovanni Battista, in marmo con pianta circolare.
Pranzo libero (pranzo in ristorante con supplemento). 
Nel pomeriggio tempo libero. Possibilità (con supplemento) di escursione in battello sul Fiume Arno per osservare la città da un’angolazione insolita. Si parte e si rientra dallo scalo di S. Paolo a Ripa d’Arno, una delle poche residue presenze storiche per quanto riguarda l’attività di navigazione fluviale. Si tratta di una minicrociera circolare (1h.).

Albergo:
hotel *** situato a Montecatini (PT). Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:  
2 giorni (1 notte): € 75,00  
3 giorni (2 notti): € 113,00 

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, guida per la visita di Lucca il 1° giorno (ca. 2h.30), guida per la visita di Firenze la mattina del 2° giorno (ca. 3h.), guida per la visita di Pisa la mattina del 3° giorno (ca. 2h.30), le gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.

La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 – 3 giorni

1° giorno: arrivo in mattinata a Firenze. Incontro con la guida (durata ca. 3h.). L’itinerario tocca la Chiesa di Santa Maria Novella (chiostri a pagamento), il Duomo, l’esterno del Battistero (interni a pagamento), il Campanile di Giotto, Piazza della Signoria con gli esterni di Palazzo Vecchio e della Loggia dei Lanzi. Proseguiamo lungo gli esterni della Galleria degli Uffizi e del Corridoio Vasariano sino a raggiungere il Ponte Vecchio (in alternativa visita alla alla Basilica di Santa Croce (ingresso a pagamento). Conclusa la visita tempo libero. Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Incontro con la guida (durata ca. 3h.) ed itinerario Sud dell’Arno: visita ai Giardini di Boboli (ingresso da prenotare), esterni di Palazzo Pitti, Galleria Palatina (vi sono raccolte una ricca collezione di opere di Caravaggio, Raffaello, Velazquez, Rubens, Canova, ecc.), Piazza e Chiesa di Santo Spirito, Chiesa di Santa Maria del Carmine dove si conserva una delle più alte testimonianze della pittura di tutti i tempi: gli affreschi della Cappella Brancacci eseguiti da Masaccio (ingresso a pagamento / necessaria prenotazione). Possibilità di salire a Piazzale Michelangelo (raggiungibile a piedi o bus); da questo celebre piazzale si può godere un magnifico panorama sul centro storico. Molto interessante da qui anche la visita della chiesa romanica di San Miniato.
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio possibilità (guida ed ingressi con supplemento) di visita a:

  1. Palazzo Vecchio: ha una storia lunga oltre settecento anni e i suoi ambienti raccontano storie di guerra e disegni politici, capolavori artistici e momenti di vita quotidiana.
  2. Galleria degli Uffizi: offre una delle raccolte pittoriche più importanti del mondo: Giotto, Botticelli, Raffaello, Caravaggio, Masaccio, Beato Angelico, Mantegna, Michelangelo, Tintoretto).
  3. Il Genio di Leonardo: una mostra permanente, quaranta modelli di macchine civili, militari e per il volo, tutte costruite in legno e metallo in scala o a grandezza naturale.
  4. Casa di Dante: si trova in una delle parti più antiche del centro storico. Nel museo ripercorriamo la vita del poeta e scopriamo i luoghi in cui ha vissuto. Il museo conserva numerose riproduzioni di documenti, modellini e diorama che mettono in luce alcuni aspetti della sua vita e degli avvenimenti storici trattati nella Divina Commedia.
  5. Itinerario Michelangelo: Galleria dell’Accademia, Cappelle Medicee, Chiesa di San Lorenzo con la Cappella dei Principi (con uno dei cicli scultorei più importanti di Michelangelo), Museo dell’Opera dove sono conservate alcune opere di Michelangelo, Casa Buonarroti (ingresso a pagamento); luogo della memoria del genio di Michelangelo. Offre l’emozione di ammirare due celebri rilievi marmorei e la possibilità di collegare le opere michelangiolesche con le vicende secolari della famiglia Buonarroti. La Casa raccoglie rare collezioni d’arte: dipinti, sculture, maioliche, reperti.

Conclusione del programma.

Alberghi:
hotel *** situato a Firenze, in posizione semi centrale. Cena in hotel.
hotel *** situato a Firenze, in posizione centrale. Cena in ristorante raggiungibile a piedi.

Quota individuale di partecipazione:  
2 giorni (1 notte) in hotel semi centrale                           € 95,00 
2 giorni (1 notte) in hotel centrale                                  € 115,00 
3 giorni (2 notti) in hotel semi centrale                            € 140,00          
3 giorni (2 notti) in hotel centrale                                   € 182,00 

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, guida per la visita di Firenze il 1° giorno (ca. 3h.), guida per la visita di Firenze la mattina del 2° giorno (ca. 3h.), le gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.

La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 – 3 giorni

1° giorno: arrivo in mattinata a Lucca. Incontro con la guida (durata 2h.30). La visita permette di scoprire la Piazza e la Chiesa di S. Michele (con la sua ricchissima decorazione marmorea è uno degli esempi più importanti dell’architettura pisano-lucchese), gli esterni della casa natale di Giacomo Puccini, la Chiesa di San Martino, le vie medievali e l’anfiteatro romano (costruito nel II secolo d.C., ha subito nei secoli l’addossamento delle case, ma ha mantenuto la tipica forma ellittica divenendo una delle piazze cittadine più belle e caratteristiche), San Frediano (la più antica chiesta di Lucca risalente al VI secolo). Conclude la visita la passeggiata sulle mura che permette di scoprire una tra le opere militari più significative di tutta la Toscana; antiche e intatte, formano un anello alberato intorno alla città offrendo suggestivi scorci. Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento a Pisa. Incontro con la guida (durata 2h.30). Visitiamo la scenografica Piazza dei Cavalieri con il Palazzo dell’Orologio e la Torre della Muda (famosa per essere stata la prigione del Conte Ugolino), la Chiesa di Santo Stefano (progettata dal Vasari), i palazzi con le facciate cinque-settecentesche, le numerose case-torri e una delle più famose Piazze del mondo: Piazza dei Miracoli. Visitiamo il Duomo (ingresso a pagamento) dedicato a Santa Maria, uno dei capolavori dell’architettura romanica in cui si fondono elementi stilistici classici, tardo antichi, bizantini, lombardo-emiliani, gli esterni della Torre pendente con la sua architettura romanica-pisana e interessata in questi ultimi decenni da importanti lavori di consolidamento per impedirne il crollo, il maestoso Battistero (ingresso a pagamento) dedicato a San Giovanni Battista, in marmo con pianta circolare.
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio tempo libero a disposizione. Possibilità (con supplemento) di escursione in battello (durata ca. 1h.) sul Fiume Arno per osservare la città da un’angolazione insolita. Si tratta di una minicrociera circolare che parte e rientra dallo scalo di S. Paolo a Ripa d’Arno, una delle poche residue presenze storiche per quanto riguarda l’attività di navigazione fluviale. Rientro in hotel, cena e pernottamento.
3° giorno: prima colazione. Possibilità (con supplemento) di visita a:

  1. Città del Carnevale; un viaggio nel magico mondo del carnevale, una struttura che consente ai maghi della Cartapesta di mostrare al pubblico le realizzazioni più belle. Visiteremo gli hangar dove sono ospitati i carri allegorici. All’interno della cittadella è stato realizzato anche un museo per illustrare ai visitatori la storia del carnevale di Viareggio.
  2. Grotta del Vento: arrivo in località Gallicano e trasferimento con navetta riservata alla grotta (ca. 35 minuti). Ingresso e visita guidata (durata ca. 1h.). Situata al centro del Parco Naturale delle Alpi Apuane è tra le grotte più complete d’Europa, presenta una straordinaria varietà di fenomeni che vengono illustrati con precisione e competenza da esperte guide speleologiche. Comodi sentieri permettono di ammirare alla luce dei riflettori tutte le meraviglie del mondo sotterraneo: dalle stalattiti e stalagmiti vive e brillanti alle colate policrome, ai drappeggi d’alabastro, ai laghetti incrostati di cristalli, ai corsi d’acqua sotterranei dalle bizzarre forme.
  3. Cave di marmo di Carrara: trasferimento in località Fantiscritti – Miseglia e incontro con le guide.Trasferimento con minibus riservati per un tratto di ca. 600 metri (5 minuti). Ingresso nella cava; saremo guidati in un percorso suggestivo (in massima sicurezza, agibile a tutti, anche ai disabili) dove osserveremo i macchinari, verrà illustrato il metodo di taglio e l’estrazione del marmo. Un ambiente “lunare”chiamato per le sue immense stanze Cattedrale di Marmo (la visita ha una durata di circa 30 minuti).
  4. Tenuta di San Rossore; un tempo riserva di caccia dei Savoia e successivamente del Presidente della Repubblica, da pochi anni è parte integrante del Parco Regionale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli. Escursione lungo uno degli itinerari presenti all’interno di questa tenuta, che permetterà di osservare l’avvicendarsi di ambienti ormai rarissimi a livello nazionale, quali i boschi igrofili planiziali, le leccete, gli stagni redrodunali, la vegetazione pioniera delle sabbie (durata ca. 2h.).
  5. Vinci: trasferimento al Museo Leonardiano dove sono raccolti modelli di macchine ricostruiti in base ai disegni di Leonardo. Successivamente facile escursione a piedi lungo la bella strada verde, lungo un paesaggio di oliveti tipici della campagna toscana, che raggiunge la Casa Natale ad Anchiano.

Pranzo libero (pranzo in ristorante con supplemento). Partenza per il rientro.

Albergo:
hotel *** situato a Viareggio. Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:  
2 giorni (1 notte): € 85,00          
3 giorni (2 notti): € 129,00

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, guida per la visita di Lucca il 1° giorno (ca. 2h.30), guida per la visita di Pisa la mattina del 2° giorno (ca. 2h.30), le gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 – 3 giorni:

1° giorno: arrivo all’Abbazia di San Galgano, incontro con la guida. In una vasta pianura emergono solenni e maestosi i ruderi dell’Abbazia Cistercense di San Galgano. Dell’imponente edificio, che emana un fascino impossibile da descrivere, rimane solo la struttura esterna; la chiesa, ormai completamente priva della copertura, ha per tetto le stelle. Suggestivo, in primavera, l’interno della chiesa che ha per pavimento un manto di bianche margherite. Da vedere nei pressi la chiesa di Montesiepi. Trasferimento a Massa Marittima e visita dell’antica cittadina, posta su un colle a 380 Mt. s.l.m., che conserva intatta la sua impronta medioevale. Scopriamo la città vecchia con Piazza Garibaldi, circondata da stupendi edifici medioevali quali il Duomo, capolavoro dell’architettura romanico-gotica pisana, il Palazzo Pretorio, il Palazzo Comunale, edificio del sec. XIII-XIV d’impronta romanica. Nei pressi della piazza è il duecentesco edificio della Fonte dell’Abbondanza. Successivamente visitiamo la città nuova; progettata nel 1228, è posta sul ripiano più alto del colle. Pregevoli sono un ardito sovrappasso ad arco che unisce “porta alle Silici” alla torre dell’Orologio, il Palazzo delle Armi e la Chiesa gotica di S. Agostino. Possibilità di ingresso al Museo della Miniera (ingresso a pagamento / durata 40 minuti / chiuso lunedì). Settecento metri scavati in superficie, tre gallerie, seicento strumenti da lavoro. E’ la realistica riproduzione dell’attività economica principale (almeno fino agli anni Sessanta) della zona delle Colline Metallifere. Scopriamo le tecniche di lavorazione e la vita dei minatori: accanto alle sonde, ai compressori, agli scalpelli rotativi, ai locomotori elettrici, si conservano ancora elmetti e cestelli. Lungo il percorso sono esposti campioni di minerali. Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento ad Alberese. Incontro con le guide (mezza giornata). Escursione nel Parco dell’Uccellina lungo l’itinerario A2 (ingresso a pagamento). E’ il più rappresentativo per la diversità degli ecosistemi attraversati ed offre un panorama completo sull’ambiente della fascia litoranea. Lungo il percorso si incontrano le torri di avvistamento della Repubblica senese, da cui si gode un suggestivo panorama su tutta la costa grossetana. L’escursione si conclude sulla spiaggia di Collelungo.
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio proseguimento dell’escursione guidata alla scoperta del parco. Rientro, cena e pernottamento.
3° giorno: prima colazione. Possibilità (con supplemento) di visita a:

  1. Parco archeologico di Baratti e Populonia: la visita consente di ammirare i tumuli e le tombe a edicola di Populonia (VII-VI a.C.) mostrando l’evoluzione dei modelli dell’architettura funeraria. L’area nel tempo fu ricoperta dalle scorie dell’antica attività metallurgica. Successivamente visita alla Necropoli delle Grotte. Situata sulle colline affacciate sul golfo di Baratti si estende una necropoli costituita da tombe a camera, scavate nella roccia che si alternano a fronti di cava per l’estrazione della pietra panchina, una arenaria locale, che nei secoli è stata utilizzata come materiale da costruzione.
  2. Cala Violina: il territorio  preso  in esame  si estende lungo la fascia costiera del promontorio di Scarlino compreso tra i comuni di Castiglione della Pescaia e di Follonica. Si tratta di una zona estremamente interessante dal punto di vista geologico e paesaggistico. La nostra passeggiata (uno dei percorsi più suggestivi del territorio grossetano) attraversa una zona immersa nella macchia mediterranea dove all’improvviso si aprono spettacolari cale di fine sabbia bianca (di cui la  più celebre è proprio Cala  Violina). Il punto di partenza è Puntone di Scarlino e si toccheranno le località di Cala Martina e Cala Violina.
  3. Parco archeologico di Roselle: la visita consente di conoscere la civiltà etrusca; il sito archeologico rende infatti visibili i resti delle mura, il foro, il quartiere ellenistico, l’anfiteatro, le terme e i resti delle abitazioni. Di grande interesse risulta la visione della “stratificazione” storica del sito; Roselle è infatti stata in passato città etrusca e successivamente città romana.
  4. Bolgheri: il borgo si sviluppa intorno al castello medievale, posto su di una altura in fondo al viale di cipressi che parte da San Guido, celebre per la lirica di Giosuè Carducci; tutt’intorno il paese è circondato da boschi di tipica vegetazione mediterranea e da una pianura ben coltivata. All’interno del castello, le vie e le piazzette, piccole e ravvicinante, rievocano l’atmosfera raccolta della tradizione contadina toscana.
  5. Pitigliano: scopriamo la Sinagoga, in pieno centro storico, risalente al ‘500 che testimonia la perfetta integrazione della comunità ebraica, tanto che Pitigliano è spesso definita “la piccola Gerusalemme”, e visitiamo il Duomo medievale, dedicato ai Santi Pietro e Paolo, che custodisce opere d’arte realizzate dal Seicento al secolo scorso. La nostra passeggiata ci permette di scoprire angoli suggestivi e i principali edifici civili, come il Palazzo Orsini e il Palazzo Comunale.
  6. Archeotrek Pitigliano – Sovana: l’itinerario è molto suggestivo ed è affascinante immaginare che ricalchi proprio uno dei tracciati delle antiche vie etrusche. Si parte da Pitigliano e si percorre un tratto della strada che passa sotto le mura in direzione della cava di Poggio Cani. Si prosegue poi per l’antica strada passando nelle profondità delle vie Cave e si prosegue per Sovana.

Pranzo libero (pranzo in ristorante con supplemento). Partenza per il rientro.

Albergo:
hotel *** situato a Marina di Grosseto (Gr). Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:                
2 giorni (1 notte): € 93,00          
3 giorni (2 notti): € 142,00       

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in camera singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, guida per la visita di San Galgano e di Massa Marittima il 1° giorno (mezza giornata), guide ambientali per l’escursione prevista il 2° giorno nel Parco dell’Uccellina (intera giornata), gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.

La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 – 3 giorni:

1° giorno: arrivo a Siena. Incontro con la guida (durata ca. 2h.30). La visita permette di conoscere le vie e i palazzi del centro storico, la Basilica di S. Domenico, il Duomo del XIII° secolo (ingresso a pagamento). Vanto dei senesi, è tra le più riuscite creazioni dell’architettura romanico-gotica italiana con i suoi straordinari interni, il campanile con le sue caratteristiche bande orizzontali bianche e nere. Visitiamo poi il Palazzo del Monte dei Paschi, Piazza del Campo, tra le più rappresentative e celebrate piazze medioevali del mondo, circondata da palazzi trecenteschi in parte merlati e turriti, con la monumentale Fonte Gaia, con la sua storia e le vicende del palio, il Palazzo Pubblico, l’inconfondibile Torre del Mangia. Conclusa la visita tempo libero a disposizione. Possibilità di ingresso e visita guidata (con supplemento) a:

  1. Museo dell’Opera: il Museo appartiene all’Opera del Duomo e conserva capolavori d’inestimabile valore: tavole e dipinti di Giovanni Pisano, Duccio di Buoninsegna, Pietro Lorenzetti, Jacopo della Quercia, Sano di Pietro e altri artisti di scuola locale. Una sezione è dedicata agli arredi e ai paramenti sacri, agli oggetti liturgici e ai reliquiari, tra cui si segnala il reliquiario della testa di San Galgano del XIII secolo. All’interno del Museo sono esposte le dieci statue, opera di Giovanni Pisano, che in origine decoravano la facciata del Duomo. Il capolavoro assoluto conservato nel Museo è la ‘Maestà’ di Duccio di Buonsegna, finalmente visibile nella sua interezza.
  2. Palazzo Comunale: è considerato uno dei più bei palazzi civili d’Italia, da sempre ammirato per la maestosità e l’armonia. Una bellezza che si percepiva già durante la costruzione e che spinse il Governo cittadino ad emettere un editto che obbligava i proprietari delle case di Piazza del Campo a costruire i palazzi in coerenza stilistica con il Palazzo Pubblico, ma non più belli e grandi. Nel Palazzo c’è il Museo Civico di Siena, con i famosi affreschi di Ambrogio Lorenzetti che rappresentano l’Allegoria del Buono e Cattivo Governo.

Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento a Montepulciano. Incontro con la guida (a disposizione per l’intera giornata). Circondato da una cinta muraria e da fortificazioni del ‘500, Montepulciano è conosciuto per l’imponenza dei suoi palazzi rinascimentali e per l’elegante bellezza delle sue chiese. Il percorso consente di scoprire i suoi monumenti cinquecenteschi e la Cattedrale. Possibilità (con supplemento) di visita guidata alla Cantina del Redi situata nei sotterranei di Palazzo Ricci, uno dei più bei palazzi rinascimentali della città. Suggestiva e imponente, nei suoi ambienti nasce il celebre vino Nobile di Montepulciano (durata 30 minuti).

  1. Pranzo in ristorante.

Trasferimento a Pienza. E’ uno dei più importanti esempi di architettura rinascimentale esistenti, dichiarata dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità per l’importanza dei suoi monumenti e del suo assetto urbano. L’itinerario consente di scoprire il centro storico rinascimentale, con la Cattedrale dell’Assunta, il vicino Museo Diocesano (ingresso a pagamento), il Palazzo Comunale e il Palazzo Piccolomini. Nel corso della nostra passeggiata possibilità di visita ad un laboratorio della ceramica; un esperto artigiano ci mostrerà il procedimento per decorare le ceramiche. Conclusa la visita trasferimento e breve visita di Bagno Vignoni. Visitiamo il Parco dei Mulini. Oggi è possibile visitare alcuni antichi mulini ad acqua per la produzione della farina. Successivamente visitiamo la cittadina. Stazione termale nota fin dall’epoca romana, è straordinaria la sua piazza con la grande vasca di acqua sorgiva circondata da edifici medievali, rinascimentali e dal Loggiato di Santa Caterina. Rientro in hotel, cena e pernottamento.
3° giorno: prima colazione. Possibilità (con supplemento) di visita a:

  1. Abbazia Monte Oliveto Maggiore: visita guidata (ca. 1h.15) dell’Abbazia fondata nel ‘300. E’ uno scrigno di opere d’arte: il chiostro grande con gli affreschi del Signorelli e del Sodoma che riprese il lavoro dove l’artista cortonese l’aveva interrotto, meravigliosi affreschi rinascimentali che illustrano la vita di San Benedetto; il coro della chiesa con gli stalli lignei intarsiati da Giovanni da Verona; la biblioteca che ebbe il privilegio di custodire manoscritti e incunaboli di valore inestimabile, ormai perduti, la piccola Pinacoteca ospitata nella Sala Capitolare che espone alcune tavole dalla metà del Trecento all’Ottocento.
  2. Borghi della Val d’Orcia: visita di San Quirico D’Orcia. Borgo antichissimo, di probabile origine etrusca, con l’importante Collegiata romanica. Vicini troviamo gli Horti Leonini, esempio di grande giardino rinascimentale a ridosso delle mura della città. Successivamente trasferimento e visita di Castiglione d’Orcia, un autentico gioiello che conserva ancora tutta la sua antica e suggestiva atmosfera. Si scoprono i ruderi della fortezza, la Pieve con affreschi di scuola senese, la chiesa di Santa Maria Maddalena. Breve trasferimento (8 km. da Pienza) e visita al piccolo borgo di Monticchiello, borgo medievale perfettamente conservato. La cittadina all’interno delle fortificazioni ha mantenuto intatte le sue caratteristiche medievali; passeggiando per le sue strette viuzze si respira ancora l’antica atmosfera.
  3. Escursione Montalcino – Sant’Antimo: escursione a piedi da Montalcino sino all’Abbazia di S. Antimo. Attraverseremo le crete senesi, passeggiando tra cerrete, coltivi, incontrando paesi abbandonati. Il percorso si snoda tra ampi vigneti che si alternano a vegetazione di macchia mediterranea. Proseguiamo la nostra camminata seguendo un antico oliveto che ci porta all’imponente e splendida Abbazia di S. Antimo, raro esempio di architettura romanica che si erge solitaria in un paesaggio ricco di olivi e cipressi.

Pranzo libero (pranzo in ristorante con supplemento). Partenza per il rientro.

Albergo:
hotel *** situato a Chianciano Terme (Si). Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:               
2 giorni (1 notte): € 92,00          
3 giorni (2 notti): € 135,00

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in camera singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, guida per la visita di Siena il 1° giorno (2h.30), guida per la visita della Val d’Orcia il 2° giorno (intera giornata), gratuità come indicato dal preventivo, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 giorni:

1° giorno: arrivo a San Gimignano. Incontro con la guida (durata ca. 2h.). La città si erge con il profilo delle sue torri su di un colle a dominio della Val d’Elsa. La visita consente di attraversare le vie principali e di toccare le tre piazze all’interno della cerchia muraria. Scopriamo gli angoli più caratteristici di questo antico borgo, la Piazza del Duomo, la Collegiata: consacrata nell’anno 1148, strutturata su tre navate è arricchita da pregevoli affreschi di scuola senese (ingresso a pagamento), la Piazza della Cisterna, le Torri medievali.
Pranzo libero (pranzo in ristorante con supplemento).
Nel primo pomeriggio trasferimento a Volterra. Incontro con la guida (durata ca. 2h.30). Potremo visitare l’Acropoli, il teatro romano (perfettamente visibile senza pagare l’ingresso), effettueremo il percorso delle mura, attraverseremo il centro storico e l’area delle necropoli (ingresso facoltativo, area archeologica a pagamento). Successivamente visita ad un laboratorio per la lavorazione dell’alabastro dove un esperto artigiano mostrerà le caratteristiche e le principali lavorazioni di questo antico materiale. Possibilità di ingresso al Museo Etrusco Guarnacci (ingresso con supplemento). Il museo nasce nella metà del ‘700 ed è intitolato all’abate volterrano Mario Guarnacci (1701-1785) che raccolse e conservò una gran quantità di reperti rinvenuti nelle necropoli volterrane (bronzi, oreficerie, avori e ceramiche). Di rilievo la raccolta di oltre 600 urne cinerarie etrusche, in tufo, alabastro e terracotta del III e II sec. a.C., e il bronzetto etrusco “Ombra della sera” del II sec. a.C.  Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.

2° giorno: prima colazione. Trasferimento a Siena. Incontro con la guida (ca. 2h.30). La visita permette di conoscere le vie e i palazzi del centro storico, la Basilica di S. Domenico, il Duomo del XIII° secolo (ingresso a pagamento). Vanto dei senesi, è tra le più riuscite creazioni dell’architettura romanico-gotica italiana con i suoi straordinari interni, il campanile con le sue caratteristiche bande orizzontali bianche e nere. Visitiamo poi il Palazzo del Monte dei Paschi, Piazza del Campo, tra le più rappresentative e celebrate piazze medioevali del mondo, circondata da palazzi trecenteschi in parte merlati e turriti, con la monumentale Fonte Gaia, con la sua storia e le vicende del palio, il Palazzo Pubblico, l’inconfondibile Torre del Mangia.
Pranzo in ristorante.
Pomeriggio libero. Possibilità di ingresso e visita guidata (con supplemento) a:

  1. Museo dell’Opera; il Museo appartiene all’Opera del Duomo e conserva capolavori d’inestimabile valore: tavole e dipinti di Giovanni Pisano, Duccio di Buoninsegna, Pietro Lorenzetti, Jacopo della Quercia, Sano di Pietro e altri artisti di scuola locale. Una sezione è dedicata agli arredi e ai paramenti sacri, agli oggetti liturgici e ai reliquiari, tra cui si segnala il reliquiario della testa di San Galgano del XIII secolo. All’interno del Museo sono esposte le dieci statue, opera di Giovanni Pisano, che in origine decoravano la facciata del Duomo. Il capolavoro assoluti conservato nel Museo è la ‘Maestà’ di Duccio di Buoninsegna, finalmente visibile nella sua interezza.
  2. Palazzo Comunale. E’ considerato uno dei più bei palazzi civili d’Italia, da sempre ammirato per la maestosità e l’armonia. Una bellezza che si percepiva già durante la costruzione e che spinse il Governo cittadino ad emettere      un editto che obbligava i proprietari delle case di Piazza del Campo a costruire i palazzi in coerenza stilistica con il Palazzo Pubblico, ma non più belli e grandi. Nel Palazzo si trova il Museo Civico di Siena, con i famosi affreschi di Ambrogio Lorenzetti che rappresentano l’Allegoria del Buono e Cattivo Governo. Partenza per il rientro.

Albergo:
hotel *** situato a Volterra (Pi), in posizione centrale. Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:           
2 giorni (1 notte): € 93,00

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la pensione completa in hotel *** dalla cena del 1° giorno al pranzo dell’ultimo in ristorante,  guida per la visita di San Gimignano il 1° giorno (2h.), guida per la visita di Volterra il 1° giorno (2h.30), guida per la visita di Siena il 2° giorno (2h.30), le gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 – 3 giorni:

1° giorno: arrivo a Roma. Incontro con la guida (ca. 3h.) ed itinerario Roma Antica, un percorso per rivivere i grandi momenti della storia romana, dalle origini fino al declino dell’impero. La visita inizia da Piazza Campidoglio delimitata dalle stupende architetture michelangiolesche. Dal balcone alle spalle del Palazzo Senatorio la vista sul Foro Romano. Scendendo incontriamo gli edifici dell’antica Roma: la Curia, il tempio dedicato a Giulio Cesare, la casa delle Vestali, l’arco di Tito e il Colosseo. Compatibilmente con i tempi visita alla Chiesa di San Pietro in Vincoli al cui interno è possibile ammirare il Mosè di Michelangelo. Trasferimento in hotel, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Incontro con la guida (ca. 3h.) ed itinerario a scelta tra:

  1. Piazze e fontane: una bellissima passeggiata attraverso i vicoli di Roma. L’itinerario può iniziare dal Palazzo del Quirinale per poi raggiungere la Fontana di Trevi. Lungo il percorso la passeggiata ci porterà per Campo Marzio, dove avremo l’occasione di ammirare alcuni palazzi del potere di ieri e di oggi: Palazzo Chigi, Palazzo Montecitorio. L’itinerario ci condurrà poi al Pantheon e a Piazza Navona, luogo del barocco Bernini.
  2. San Pietro: la visita inizia dalla Basilica di San Pietro (necessari gli auricolari per poter spiegare all’interno / necessaria la prenotare con supplemento da pagare in loco). Fra i capolavori visibili al suo interno la Pietà di Michelangelo, il Baldacchino e la Cattedra del Bernini, la tomba dell’apostolo, l’altare papale e le tombe dei Pontefici. Usciti dalla Basilica la visita prosegue in Piazza San Pietro e tocca il Lungotevere, i Templi Repubblicani, l’Isola Tiberina e l’esterno di Castel S. Angelo.
  3. Ghetto: un percorso suggestivo in un quartiere di grande atmosfera, scelto dalla comunità ebraica sin dal IV secolo d.C. e sede del secondo Ghetto più antico d’Italia. I palazzi, le piazze, le chiese, le lapidi, la nuova Sinagoga ed il museo ebraico raccontano la storia antica e recente, spesso dolorosa, di questa comunità, che ancora oggi trova lungo via del Portico d’Ottavia e nelle strade limitrofe i suoi principali luoghi di riferimento religiosi, sociali e commerciali.

Pranzo in ristorante. Pomeriggio libero per proseguire la visita della città. Rientro in hotel, cena e pernottamento.
3° giorno: prima colazione. Possibilità di visita (guida ed ingressi con supplemento) a:

  1. Galleria Borghese: (prenotazione obbligatoria a pagamento). La visita consente di scoprire l’eccezionale collezione raccolta del Cardinale Borghese. Vengono conservate sculture, bassorilievi e mosaici antichi. Vi troviamo alcuni capolavori assoluti della storia dell’arte: Bernini (tra cui Apollo e Dafne, il David, Pluto e Proserpina), Caravaggio (la maggiore raccolta al mondo dell’artista), Bellini, Canova, Tiziano, Raffaello.
  2. Catacombe di S. Callisto: luogo di sepoltura di numerosi pontefici e martiri, raggiunsero nell’antichità un’ampiezza di circa 15 ettari percorsi da gallerie per quasi 20 chilometri. I nuclei più antichi sono le Cripte di Lucina e la zona dei Papi e di S. Cecilia. La prima riveste notevole interesse per la presenza delle prime pitture paleocristiane pervenuteci ed il loro significato simbolico. Nella regione dei Papi si trova la cripta dove furono deposti nove pontefici, che costituisce quindi il più antico luogo di sepoltura al di fuori del Vaticano. Accanto si trova la tomba di S. Cecilia. In altre cripte troviamo splendide pitture con caratteri bizantini (necessaria la prenotazione / visita guidata di ca. 40 minuti).
  3. Terme di Caracalla: iniziate nel 212 da Caracalla, rimasero attive fino alla prima metà del VI° secolo. Il complesso, che poteva ospitare circa 1600 persone, ricopre un’area di 350 metri quadrati entro un recinto porticato fornito di sale, esedre circolari e gradinate. Al centro si eleva il corpo principale costituito dall’ingresso, dal frigidarium, dalla basilica, dal tepidarium e dal calidarium; questi ambienti erano affiancati dai vestiboli, dalle palestre, cortili di servizio e dalle stanze destinate ai trattamenti.
  4. Musei Vaticani: ospitano una collezione fra le più ricche del mondo che spazia dall’arte antica all’arte contemporanea. Vengono proposti diversi itinerari tra cui l’“Itinerario rinascimentale” con visita della Cappella Sistina e di una parte della Pinacoteca.
  5. Castel Sant’Angelo: edificato nel 123 d.C. come sepolcro per l’imperatore Adriano, attraverso una serie di trasformazioni, accompagna per duemila anni la storia di Roma. Da monumento funerario ad avamposto fortificato, da carcere a splendida dimora rinascimentale, da prigione risorgimentale a museo, Castel Sant’Angelo incarna le vicende della Città Eterna dove passato e presente appaiono indissolubilmente legati. La visita ci permette di ripercorrerne la storia e di visitarne le suggestive sale, ammirare le preziose collezioni di dipinti e manufatti, godere delle numerose esposizioni e mostre temporanee che si avvicendano all’interno del Castello durante l’anno.
  6. Fosse Ardeatine: il mausoleo fu costruito nel 1947 in memoria delle vittime italiane trucidate dai nazisti nel ’44 in una cava di arenaria situata tra via Ardeatina e via delle Sette Chiese. Vicino al Mausoleo si trova il Museo dove si possono vedere immagini e documenti del periodo dell’occupazione nazista a Roma.
  7. Palazzo del Quirinale: si trova sul più alto tra i sette Colli e non è solo la sede ufficiale della Presidenza della Repubblica dall’entrata in vigore della Costituzione, ma è anche un museo aperto ai cittadini, che hanno l’opportunità di conoscere una grande quantità di opere d’arte, arredi, arazzi, decorazioni e architetture di grande pregio, con testimonianze artistiche che dal Rinascimento, attraverso il Settecento, l’età napoleonica e il regno sabaudo, arrivano al Novecento.

Pranzo libero (pranzo in ristorante con supplemento). Partenza per il rientro.

Possibilità di inserire la visita a:

Cinecittà (con supplemento); un percorso spettacolare negli Studios per scoprire i segreti del Cinema. Il percorso espositivo riproduce ogni fase specifica di realizzazione di un film, dalla sceneggiatura alla post produzione, ripercorrendo il lavoro e i mestieri delle figure coinvolte alla realizzazione dell’opera finita. Nella sala dedicata ai costumi è possibile ammirare il talento dei costumisti e delle sartorie, nella sala della scenografia invece l’inventiva e l’abilità degli scenografi e degli artigiani. Tanti gli spazi espositivi, sia al chiuso che all’aperto, dalla Palazzina Direzione Generale, alla Palazzina Fellini, passando per il viale Broadway, attraversando il set Gangs of New York di Martin Scorsese, fino ai set della Roma imperiale. Possibilità di effettuare una vista guidata (con supplemento)con diversi percorsi:

  1. Visita guidata (2h.): la visita attraversa i set di Cinecittà, Broadway, Roma Antica, Firenze del Quattrocento. Oltre alla storia di Cinecittà e alla scoperta dei set, il percorso permette di visitare luoghi carichi di suggestione come la Galleria Masse e un Teatro di posa (secondo la disponibilità interna).
  2. Visita animata sui set (2h.): la visita attraversa i set di Cinecittà, Broadway, Roma Antica, Firenze del Quattrocento, intervallando la presentazione dei luoghi con attività didattiche che prevedono l’utilizzo di kit e materiali utili a conoscere protagonisti e fasi di realizzazione dei film.

Alberghi:
hotel *** situato a Roma, in posizione periferica, all’altezza del raccordo anulare. Cena in hotel.
hotel *** situato a Roma, in posizione semi-centrale, in zona Aurelia, Pietralata, Eur. Cena in hotel.
hotel *** situato a Roma, in posizione centrale. Cena in ristorante convenzionato.

Quote individuale di partecipazione:      
2 giorni (1 notte) in hotel periferico:                                € 110,00
2 giorni (1 notte) in hotel semi centrale:                         € 125,00
2 giorni (1 notte) in hotel centrale:                                   € 146,00
3 giorni (2 notti) in hotel periferico:                                 € 165,00
3 giorni (2 notti) in hotel semi centrale:                           € 197,00
3 giorni (2 notti) in hotel centrale:                                    € 228,00

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi indicati*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, visita guidata di Roma il 1° giorno (ca. 3h.), visita guidata di Roma la mattina del 2° giorno (ca. 3h.), gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Importante: Dal 01.01.2011 per la città di Roma è richiesto il contributo di soggiorno negli hotel *** di € 2,00 per persona al giorno. Questa tassa (come previsto dall’art. 14, comma 16, lett. e) del decreto legge 31.5.10, n. 78, è a carico di tutte le persone che alloggeranno nelle strutture ricettive di Roma e pertanto da intendersi non inclusa nella quota.

Programma 2 – 3 giorni:

1° giorno: arrivo a Viterbo. Incontro con la guida (ca. 3h.). Scopriamo il centro storico: Piazza del Comune, la Sala Regia, Piazza del Gesù, Piazza della Morte con la caratteristica fontana a fuso, Piazza del Duomo con la Cattedrale e il Palazzo Papale simbolo della città e il quartiere medievale di San Pellegrino. Possibilità di trasferimento a Caprarola dove si erge, imponente e maestosa, Villa Farnese, oppure a Bomarzo al Parco dei Mostri. Passeggiamo tra enormi mostri di pietra disseminati in un giardino di vegetazione lussureggiante, incontrando orchi, draghi, elefanti e balene, lotte tra giganti e una casa pendente. Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento a Tarquinia. Incontro con la guida (intera giornata). In virtù delle notevoli attrattive archeologiche, il centro storico di Tarquinia si staglia su una rupe che guarda la costa Tirrenica con le sue numerose torri, le chiese romaniche e le mura in calcare dorato. L’itinerario di visita inizia da Palazzo Vitelleschi, dimora quattrocentesca del potente cardinale Giovanni, e prosegue verso il Duomo di Santa Margherita, la bellissima basilica di Santa Maria in Castello e Via delle Torri per terminare con il Palazzo Comunale, al cui interno sono notevoli affreschi seicenteschi raffiguranti le storie della città. Possibilità di visita alla Necropoli di Monterozzi (ingresso a pagamento); la sua importanza si deve alla presenza di circa 150 tombe dipinte. I piccoli ipogei di età arcaica (VI-V sec. a.C.), raffiguranti scene di banchetti e simposi, lasciano il posto alle grandi tombe gentilizie di età ellenistica (IV-II sec. a.C.) dove, in concomitanza con la decadenza etrusca, vanno diffondendosi terrificanti soggetti demoniaci. Ben 14 le tombe attualmente visitabili: Giocolieri, Caccia e Pesca, Leonesse, Fiore di Loto, Padiglione di Caccia, Pulcella, Caronti, Gorgoneion, Cardarelli, n°5591, Fustigazione, n°5513, Leopardi e Baccanti.
Pranzo in ristorante. Successivamente trasferimento a Tuscania. Visitiamo il bel centro storico, protetto dalle mura in tufo, caratterizzato da palazzi aristocratici, vicoli e antichi archi. Impedibili le splendide chiese romaniche di San Pietro e Santa Maria Maggiore, i monumenti romanici più significativi del Viterbese. La città e la zona circostante sono poi ricchi di innumerevoli testimonianze della civiltà etrusca. Le principali necropoli sono quelle della Peschiera, con un grande tumulo e la tomba del Dado (VI sec. a.C.), di Pian di Mola, delle Scalette, di Sasso Pizzuto, di S.Lazzaro, di S. Giusto, dell’Ara del Tufo, delle Carcarelle e della Madonna dell’Olivo. Quest’ultima necropoli ospita anche la famosa tomba della Regina. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.
3° giorno: prima colazione. Possibilità (con supplemento) di visita a:

  1. Parco dei Mostri (ingresso da pagare in loco / sempre aperto in orario continuato): trasferimento a Bomarzo. Fu ideato dall’architetto  Pirro Ligorio su commissione del Principe Pier Francesco Orsini. Il parco nacque nel 1552 come “Villa delle meraviglie” per essere un’opera unica al mondo. La visita si snoda su una serie di tappe tra la mitologia ed il fantasy.
  2. Villa Lante:  ammiriamo il “fior fiore“ dell’arte del giardino nel Rinascimento italiano. Il disegno d’insieme si sviluppa sul ripido pendio della collina dove due eleganti palazzine gemelle fanno da quinte al giardino geometrico e alle sue artistiche fontane. Compatibilmente con i tempi, sosta e visita al caratteristico borgo di Bagnaia.
  3. Villa Farnese: la splendida residenza dei Farnese  nacque su progetto di Antonio da Sangallo. Originariamente doveva fungere come fortezza difensiva, ma l’edificio fu trasformato in un grandioso palazzo rinascimentale.
  4. Civita di Bagnoregio: unita al mondo solo da un lungo e stretto ponte, la “Città che muore”, ormai da tempo così chiamata a causa dei lenti franamenti delle pareti di tufo, racchiude un ciuffo di case medioevali ed una popolazione di pochissime famiglie. Appoggiata dolcemente su un cucuzzolo, la cittadina sovrasta imperiosamente l’immensa vallata sottostante, offrendo così al turista un incantevole e indimenticabile scenario.
  5. Orvieto (funicolare a pagamento / guida con supplemento): la visita ha inizio dal Pozzo di San Patrizio della prima metà del ‘500 (ingresso a pagamento). Attraversiamo il centro ascoltando la guida che ci illustra gli aspetti storici ed artistici più rilevanti dai pressi della Torre del Moro al Palazzo del Popolo. Arrivo in Piazza Duomo. Visita del Duomo; rappresenta una delle più significative creazioni dell’architettura gotica italiana. La stupenda facciata, il maestoso interno su tre navate, il celebre ciclo di affreschi “La fine del Mondo” di Luca Signorelli all’interno della Cappella di San Brizio (necessaria la prenotazione / ingresso da pagare loco). Possibilità (con supplemento) di visita dei sotterranei scavati nel tufo (ca. 1h.). Entreremo nei sotterranei di una città che ha saputo conservare le sue antiche radici sotto l’attuale tessuto urbano, in un esteso labirinto di grotte e gallerie. Saremo accompagnati in un percorso emozionante ed estremamente agevole. Pranzo libero (pranzo in ristorante con supplemento).

Partenza per il rientro.

Alberghi:
hotel *** situato a Bolsena, sulle sponde dell’omonimo lago. Cena in hotel.
hotel *** situato nei pressi di Viterbo. Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:
2 giorni (1 notte): € 88,00
3 giorni (2 notti): € 125,00

Gratuità:  1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi indicati *)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, visita guidata di Viterbo il 1° giorno (ca. 3h.), visita guidata di Tarquinia e Tuscania il 2° giorno (intera giornata), gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 3 – 4 giorni:

1° giorno: arrivo alla Reggia di Caserta. Incontro con la guida (durata ca. 1h. / chiuso martedì / ingresso da pagare in loco). Realizzato per volontà del re Carlo di Borbone a partire dal 1752, il Palazzo Reale di Caserta fu concepito con l’idea di creare una nuova Versailles, un simbolo di potere del nuovo sovrano. Luigi Vanvitelli, l’architetto prescelto, realizzò, su una superficie di 44.000 mq, un’immensa costruzione di pianta rettangolare: 1.200 ambienti con un’area divisa in 4 cortili e con facciata esterna di gusto prettamente classico.
Il percorso di visita conduce dai raffinati e sontuosi ambienti delle sale di rappresentanza agli spazi più intimi e privati dei sovrani. Scopriamo notizie e curiosità sulla storia del sito, sui personaggi che lo abitarono, sui significati simbolici legati alla scelta delle diverse decorazioni che Carlo III e Luigi Vanvitelli concertarono all’unisono per rendere la loro memoria, attraverso la reggia, immortale.
Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Giornata dedicata alla visita di Napoli. Incontro con la guida (durata ca. 2h.30). Possibilità di scelta tra due percorsi di visita:

  1. Itinerario Plebiscito: l’itinerario a piedi inizia da Piazza del Municipio, con Palazzo San Giacomo (sede del Municipio) e il Maschio Angioino con la sua imponente mole (edificato alla fine del ‘200 per volere di Carlo d’Angiò, fu poi ristrutturato e ribattezzato Castel Nuovo dagli Aragonesi). Raggiungiamo poi la vicina Piazza del Plebiscito, diventata il simbolo del recente rinnovamento di Napoli, dove visitiamo la Basilica di San Francesco di Paola con il suo ampio emiciclo, gli esterni del Teatro San Carlo (costruito nel 1737 è il più antico teatro europeo ancora in attività e uno dei maggiori teatri lirici italiani) e gli esterni del Palazzo Reale.
  2. Itinerario Spaccanapoli: il percorso inizia da Piazza del Gesù dove si erge la Guglia dell’Immacolata costruita tra il 1747 e il 1750. Visitiamo poi il Monastero di Santa Chiara. Gli interni della chiesa, costruita nei primi anni del ‘300, furono rinnovati in stile barocco nel ‘700; danneggiata nel 1943 da un’incursione aerea, è stata ricostruita e riportata al suo stile originario, il gotico provenzale. Dietro l’altare maggiore è posta la tomba di Roberto I d’Angiò, grandioso monumento trecentesco. Visitiamo poi il chiostro maiolicato che fu restaurato nel ‘700 da Domenico Vaccaro. Usciti dalla chiesa, attraversando la via Croce fra antichi palazzi nobiliari, si arriva a Piazza San Domenico Maggiore da dove inizia il “decumanus inferior” della città greco-romana, comunemente denominato “Spaccanapoli”. Si conclude con la Cappella Sansevero per ammirare lo splendido “Cristo velato” (chiuso martedì / con supplemento).

Pranzo in pizzeria. Nel pomeriggio possibilità di visita (con supplemento) a:

  1. Museo Archeologico: il più antico e ricco Museo archeologico in Europa. Custodisce ed espone importanti e numerosi reperti e collezioni storiche (sculture, iscrizioni, pitture, mosaici, vasellame, vetri, bronzi ed oreficerie, gemme e monete, etc.) dall’età preistorica a quella tardo-romana, provenienti da Pompei, da Ercolano e dall’area vesuviana, dai siti della Magna Grecia e dagli scavi nell’Italia meridionale, un tempo compresa nel Regno Borbonico.
  2. Museo di Capodimonte: oggi sede della pinacoteca nazionale, accoglie opere d’arte che, per qualità e importanza, ne fanno uno dei musei più prestigiosi d’Italia. Tra le opere troviamo capolavori di Botticelli, Caravaggio, Mantegna, Masaccio, Tiziano. La visita consente di scoprire anche i bellissimi ambienti della Reggia voluta dai Borboni alla fine del ‘700 e del suo vasto parco.
  3. Certosa di San Martino: si è arricchita nel corso dei secoli di un patrimonio artistico, storico e architettonico di assoluto prestigio, fra marmi e stucchi, affreschi e dipinti, sculture e preziosi arredi. Attraverso diversi percorsi è possibile visitare gli oggetti del museo raggruppati per collezioni in base ai criteri espositivi (topografici, cronologici, collezionistici).
  4. Napoli sotterranea (durata ca. 1h.): scendendo nelle cavità si potranno ammirare la rete di cunicoli, i passaggi segreti e le vecchie cisterne dell’acquedotto del Carmignano rivivendo le sensazioni di chi vi si rifugiò durante la guerra. Sulle mura sono graffite pagine di storia, nomi e caricature di personalità dell’epoca, costumi dell’epoca, soldati di varie nazioni, date, informazioni sui due sommergibili italiani – il Diaspro ed il Topazio – che operarono durante la guerra, ed ancora aerei e carri armati, nonché le esternazioni di chi, costretto a restare in quei luoghi per i bombardamenti, volle tramandare ai posteri le sue considerazioni.
  5. Solfatara di Pozzuoli: è un’oasi naturalistica che offre spunti per una interessante passeggiata con la presenza dei fenomeni vulcanici, le fumarole ed i vulcanetti di fango. I cartelli didattici ci accompagnano lungo il percorso e forniscono informazioni sui punti caratteristici; la Fangaia, la Bocca Grande (la fumarola principale), il Pozzo dell’acqua minerale e le vecchie Stufe (saune naturali). Nel corso della visita si possono osservare anche i fenomeni della condensazione del vapore e del rimbombo del suolo. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° giorno: prima colazione, trasferimento a Pompei. Incontro con la guida (ca. 2h.) e visita dei resti della città distrutta dall’eruzione vesuviana del 79 d.C. Pompei costituisce il primo esempio di pianificazione urbana in Italia e ancora oggi sono visibili le case patrizie, le Terme Stabiane, il Tempio di Iside, l’anfiteatro, il foro, Villa dei Misteri, Casa dei Cei, le mura. Un viaggio nel tempo alla scoperta della vita, degli usi e dell’arte degli antichi romani. Conclusa la visita, compatibilmente con i tempi, trasferimento in pullman alla cima del Vesuvio (accesso da pagare in loco). Breve passeggiata di 20 minuti (ca. 400 Mt. da percorrere a piedi in salita) e visita al cratere. La visita permette di osservare da vicino il cono del cratere (in assoluta sicurezza), la particolare morfologia del vulcano e di conoscere la storia delle sue eruzioni più importanti e distruttive. Dalla cima del cratere si può godere di un superbo panorama sul Golfo di Napoli e sulla penisola sorrentina. Pranzo in ristorante / pizzeria. Nel pomeriggio partenza per il rientro.

Alberghi:
hotel **** situato nei pressi di Pompei. Cena in hotel.
hotel **** situato a Napoli in posizione semi centrale. Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:
3 giorni (2 notti): € 160,00
4 giorni (3 notti): € 200,00

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: pensione completa dalla cena del 1° giorno al pranzo dell’ultimo (pranzo del 2° e 3° giorno in ristorante / pizzeria), visita guidata degli Appartamenti Reali della Reggia di Caserta (ca. 1h.), diritto di prenotazione + auricolari per la visita degli Appartamenti Reali alla Reggia di Caserta, visita guidata di Napoli il 2° giorno (ca. 2h.30), visita guidata degli scavi di Pompei il 3° giorno (ca. 2h.30), diritto di prenotazione ingresso Scavi di Pompei, gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 giorni:

1° giorno: arrivo a Lecco. Incontro con la guida (ca. 2h.30). Visita del centro storico, con la Basilica di San Nicolò, Piazza XX Settembre, la Torre Viscontea, Piazza Manzoni. Successivamente raggiungiamo Villa Manzoni (supplemento ingresso da pagare in loco). La villa è stata la residenza principale della famiglia dei Manzoni per quasi due secoli; presenta una struttura tipicamente neoclassica, sobriamente elegante. Adiacente all’edificio vi è tutt’ora un parco, molto più piccolo dell’originale da cui si accedeva al vasto fondo agricolo, coltivato a viti e gelsi. L’edificio ha conservato l’aspetto originario consentendo di mantenere a tutt’oggi nelle sale del Museo Manzoniano una suggestiva atmosfera di casa-museo, di dimora aristocratica ottocentesca. Nelle vicinanze della Villa, a circa 15 minuti a piedi, visitiamo la Chiesa del Convento di Pescarenico. Nella Piazza Fra’ Cristoforo è visibile un Ossario del 1699 con i resti dei frati francescani morti di peste. A pochi passi, in direzione del fiume Adda, sorge il Villaggio dei Pescatori attorno all’antica piazza Era. Alla foce del torrente Bione una targa ricorda la notte della fuga dei Promessi Sposi dalla città. Nel corso della giornata possibilità (con supplemento) di visita a:

  1. Manzoni / Castello dell’Innominato: con la guida trasferimento in pullman in località Somasca (10 minuti di pullman da Lecco). Da qui a piedi per circa 20 minuti percorrendo il viale delle cappelle dedicate a San Gerolamo e il sentiero che ha inizio sul lato destro della Chiesa della Valletta, si giunge al castello (ingresso gratuito), da cui si può ammirare uno splendido panorama.
  2. Leonardo Da Vinci / Ecomuseo; trasferimento ad Imbersago (oppure Paderno). Con la guida andiamo alla scoperta dell’Ecomuseo Adda. Un itinerario tra natura, arte e archeologia industriale, sulle tracce di Leonardo da Vinci. Il percorso si snoda tra Paderno d’Adda, Imbersago e Brivio. A Paderno ci si inoltra a piedi all’interno del Parco Adda Nord in un contesto naturalistico di grande fascino, con lo scorcio dei Tre Corni che ispirò Leonardo da Vinci. Il ponte in ferro di San Michele, le conche di navigazione, le chiuse, il naviglio sono testimonianze del passato e rari esempi di archeologia industriale. A Imbersago si sperimenta la traversata del fiume con il caratteristico traghetto di Leonardo (supplemento da pagare in loco).

Trasferimento in hotel, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento a Como ed incontro con la guida (mezza giornata). Scopriamo Piazza Duomo e la Cattedrale, Piazza Verdi con i monumenti che ricordano varie epoche storiche (mura medievali, teatro neoclassico e la razionalista Casa del Fascio). Dopo aver percorso via Vittorio Emanuele, la via principale della città, si visitano la Basilica di S. Fedele e la suggestiva piazza. Attraverso le tortuose vie della città medievale si raggiungono Porta Torre e le antiche mura e si può ammirare la bella statua di Garibaldi, scolpita da Vincenzo Vela e sistemata in piazza della Vittoria a ricordo della definitiva liberazione di Como dal dominio austriaco. Compatibilmente con i tempi possibilità di visita al Museo della Seta (ingresso a pagamento). Aperto nel 1990 è stato ideato a giusta testimonianza della storia della seta a Como. Nell’atrio si è ricreato l’ingresso di una fabbrica, esponendo preziosi orologi timbra cartellino. Nella sala centrale, dopo un accenno all’allevamento del baco e alla trattura, si possono ammirare strumenti di preparazione alla tessitura. Successivamente si entra nella sala controlli e misure che presenta un’interessante collezione di apparecchi. Quindi si passa al laboratorio chimico, fedelmente ricostruito con mobili e strumenti d’epoca. Si accede poi a locali dedicati alla tintoria, alla stamperia e alle operazioni di finissaggio dei tessuti.
Pranzo in ristorante.
Pomeriggio libero. Possibilità (con supplemento) di imbarco per un’escursione in battello sul Lago di Como (durata ca. 1h.) sino a raggiungere Tremezzo. Sbarco, ingresso (con supplemento) e visita guidata a Villa Carlotta. Nella Villa, edificata nel XVIII secolo, si possono ammirare gli arredi originali e numerose opere d’arte di grande valore. Il grande giardino è ricco di alberi pregiati di proporzioni eccezionali, rododendri, azalee e di specie rare che ne fanno un vero e proprio giardino botanico. Dalla villa si gode una splendida veduta su tutto il lago. Partenza per il rientro.

Albergo:
hotel *** situato nei pressi di Lecco. Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:
2 giorni (1 notte): € 92,00
3 giorni (2 notti): € 140,00

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, guida di Lecco il 1° giorno (ca. 2h.30), guida di Como e di Villa Carlotta il 2° giorno (mezza giornata), gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 – 3 giorni:

1° giorno: arrivo a Milano. Incontro con la guida (a disposizione per mezza giornata). Il percorso tocca i monumenti più famosi del capoluogo lombardo: il Duomo, simbolo della città, è una delle più celebri e complesse costruzioni gotiche al mondo (noleggio obbligatorio sistema audiomicrofonico); la Galleria Vittorio Emanuele, considerata il “salotto” di Milano e Piazza della Scala, che prende il nome dal famoso Teatro, tempio mondiale della musica lirica; il Castello Sforzesco (ingresso a pagamento), uno dei più importanti monumenti cittadini che ha avuto, nel corso della sua storia, lunghe vicende costruttive, brutali demolizioni, ricostruzioni, abbellimenti e restauri, divenendo un simbolo dei momenti storici, felici e drammatici, della città; la Basilica di Sant’Ambrogio, forse la chiesa più bella di Milano con i suoi rossi mattoni, con i suoi spazi suggestivi, con le mostruose figure che decorano i capitelli e con lo splendido altare rilucente d’oro e di pietre preziose (ingresso Cappella di San Vittore in Ciel d’Oro con supplemento).
Pranzo libero (pranzo in ristorante con supplemento).
Pomeriggio libero. Possibilità di visita (guida ed ingressi con supplemento) a:

  1. Pinacoteca di Brera; è il principale museo d’arte di Milano, uno dei più importanti del mondo per le sue prestigiose raccolte di pittura antica e moderna con i capolavori di Mantegna, di Giovanni Bellini, di Carpaccio, Bramante, Piero della Francesca e Raffaello, Carracci e Caravaggio.
  2. Museo della Scienza: visita generale alle sezioni più significative del Museo attraverso i tre edifici che custodiscono le collezioni museali, con una tappa alla Galleria Leonardo da Vinci ed alle grandi navi.
  3. Cenacolo Vinciano (ingresso con supplemento / prenotazione obbligatoria a pagamento da effettuare con largo anticipo / massimo 25 partecipanti alla volta / durata della visita 15 minuti); la chiesa e il convento di Santa Maria delle Grazie con l’Ultima Cena di Leonardo sono iscritti nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO e sono simboli della Milano umanistica e rinascimentale.

Partenza e trasferimento in hotel, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento a Stresa. Incontro con la guida (a disposizione per l’intera giornata) e presentazione del programma. Imbarco e navigazione (ca. 15 minuti) sino a raggiungere l’Isola Bella (ingresso da pagare in loco). La sua bellezza è dovuta al monumentale palazzo barocco e agli splendidi giardini. La costruzione del palazzo e dei maestosi giardini che diedero fama all’Isola ebbe inizio per volontà del Conte Vitaliano Borromeo nel 1670 ed ancor oggi documentano gli splendori di un’epoca. Inestimabili opere d’arte (arazzi, mobili, quadri, …) sono racchiusi nella dimora dei Borromeo. I giardini, ricchi di ogni varietà di piante e fiori rari, si sviluppano a terrazze ornate e sovrapposte, e sono un classico, inimitabile esempio di “giardino all’italiana” dell’epoca. Imperdibile il borgo abitato. Imbarco e trasferimento in motonave (10 minuti di navigazione) all’Isola dei Pescatori, la prima delle isole ad essere abitata, dove si conserva ancora l’antico borgo dei pescatori. Si trova poco più a nord dell’Isola Bella (tra le due c’è il minuscolo isolotto, poco più di uno scoglio, La Malghera), di fronte a Stresa. E’ occupata quasi interamente da un antico, rustico, villaggio, dalle viuzze strette e tortuose, che sfuma nella bella passeggiata della punta settentrionale dell’isola. Dell’arcipelago è l’isola più popolana, ma non per questo priva di attrattiva. Il fascino sta proprio nella sua riposata grazia di paese tipicamente lombardo, abitato da gente laboriosa e frugale, ancora in parte dedita alla pesca.
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio imbarco e rientro e visita libera di Stresa (5 minuti di navigazione). Importante luogo di villeggiatura, già nell’ottocento ha visto soggiornare personaggi di fama mondiale: la regina Margherita, Stendhal e molte altre teste coronate. Ne visitiamo il piccolo centro storico, attraversato da strette viuzze e piccole piazze, passeggiamo lungo il lungolago osservando lo straordinario panorama offerto delle Isole Borromee e scoprendo i lussuosi alberghi che hanno ospitato lo scià di Persia, D’Annunzio, Hemingway. Qui visse e morì Antonio Rosmini, filosofo del Risorgimento e grande amico di Alessandro Manzoni. Partenza per il rientro.

Albergo: 
hotel *** situato sul Lago Maggiore, in prossimità di Stresa. Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:   
2 giorni (1 notte): € 110,00 
3 giorni (2 notti): € 164,00  

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, guida per la visita di Milano il 1° giorno (mezza giornata), guida per la visita delle Isole Borromee e del lago Maggiore (intera giornata), il biglietto di navigazione per le isole come da programma, le gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 – 3 giorni:

1° giorno: arrivo a Padova. Incontro con la guida (durata ca. 2h.30). Passeggiata attraverso il centro storico; scopriamo Piazza dei Signori, uno degli angoli più suggestivi della città, la loggia della Gran Guardia, Piazza delle Erbe con l’esterno del Palazzo della Ragione (è uno dei più grandi ambienti coperti d’Italia che non ha uguali nella nostra architettura civile), l’università (grande complesso edilizio chiamato Palazzo del Bo sede dell’Università fondata nel 1222); di grande interesse sono il Cortile Antico, la Sala dei Quaranta, dove è conservata la cattedra di Galileo e il celebre Teatro Anatomico, il più antico del mondo. Nei pressi sorge il famoso Caffè Pedrocchi, edificio neoclassico che fu ritrovo di letterati. Raggiungiamo la Basilica di Sant’Antonio che custodisce la Salma di San’Antonio ed è meta di devoti di tutto il mondo. Compatibilmente con i tempi scopriamo poi la Basilica di Santa Giustina; il grandioso tempio è la più importante opera architettonica di Padova. Nei pressi si trova Prato della Valle, una delle piazze più grandi d’Europa circondata da canali, ponti e dalle statue di illustri abitanti della città. Nel corso della visita ingresso ad una delle più alte testimonianze della pittura di tutti i tempi, la Cappella degli Scrovegni, al cui interno si conservano gli affreschi eseguiti da Giotto; (la visita all’interno è consentita a gruppi di massimo 25 partecipanti alla volta e ha una durata di 15 minuti; è preceduta dalla visione di un filmato di 15 minuti in un’apposita sala di compensazione). Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento a Stra (Ve). Incontro con guida (a disposizione mezza giornata) ed ingresso a Villa Pisani (ingresso da pagare in loco). Considerata la regina delle ville della riviera, rappresenta l’apice dell’architettura settecentesca dove il fasto del barocco si coniuga all’armonia della classicità al pari di grandi regge europee come Versailles e Caserta. L’immenso parco costituisce un mondo autonomo caratterizzato da gruppi scultorei e numerose, suggestive costruzioni. La villa ha ospitato personaggi storici molto noti, da Napoleone, che ne divenne proprietario nel 1807 a Mussolini e Hitler che qui si incontrarono per la prima volta nel 1934. Qui Gabriele D’Annunzio si ispirò per la scena del labirinto descritta nel romanzo “Il Fuoco”. Successivamente in pullman si prosegue con un percorso illustrato delle Ville del Brenta. A partire dal XVI sec. i canali e i fiumi comodamente raggiungibili da Venezia furono costeggiati da sontuose residenze estive. Il Canal del Brenta che collegava Venezia con Padova era il canale alla moda, luogo di delizia e prolungamento ideale del Canal Grande di Venezia, dove fiorirono più di una settantina di lussuose ville. Qui, non lontani dalla città, i nobili più facoltosi trascorrevano le loro vacanze, partendo da Venezia con comode imbarcazioni chiamate burchielli. Raggiungiamo Dolo e visitiamo gli Antichi Molini, un tempo molto importanti per tutta l’economia della zona, e passeggiamo per il piccolo borgo rivierasco.

  1. Pranzo in ristorante.

Nel pomeriggio visita libera (guida con supplemento) di Vicenza. L’itinerario permette di conoscere il centro storico e di ammirare i capolavori del Palladio. Vedremo il Teatro Olimpico (ingresso a pagamento), la chiesa di Santa Corona con opere di Giovanni Bellini e Paolo Veronese, Contrà Porti, Corso Palladio e gli esterni dei principali Palazzi Palladiani, Piazza dei Signori con la Basilica Palladiana e altri monumenti. Nel dicembre del 1994 Vicenza è stata inserita nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco in considerazione del valore e del pregio dei beni architettonici palladiani. Rientro in hotel, cena e pernottamento.
3° giorno: prima colazione. Possibilità di visita (guida ed ingressi con supplemento) a:

  1. Bassano del Grappa: è una cittadina di antico aspetto, resa famosa dal suo ponte. Tutta la città è intessuta di edifici di splendido gusto; passeggiando per il centro storico si approda alle tre piazzette centrali dove si affacciano bei palazzi come il Monte di Pietà e la Loggia del Comune. In Piazza Garibaldi ha sede il Museo Civico, che tra le altre opere conserva varie tele del pittore Jacopo da Ponte. La vera perla di Bassano è però il ponte di legno coperto, che fu progettato da Andrea Palladio e ricostruito diverse volte nell’aspetto originale. Bassano è anche famosa per le ceramiche e per la produzione della grappa. Di fianco al ponte coperto non mancate di visitare l’antica sede delle Distillerie Nardini.
  2. Arquà Petrarca: è un Borgo medievale che conserva immutato il fascino di un tempo ed è considerato la perla dei Colli Euganei, ammessa al ristretto club dei Borghi più Belli d’Italia. Ne scopriamo il caratteristico centro storico, le strette vie e le piccole piazze. Molti i monumenti di interesse storico e culturale che il borgo racchiude. Su piazza Roma si affacciano Palazzo Contarini, in stile gotico veneziano, la Chiesa di S. Maria Assunta, al cui interno si ammira la pregevole tela dell’Ascensione, opera di Palma il Giovane; nell’adiacente sagrato si trova la tomba del Petrarca, un’arca in marmo rosso di Verona che tuttora contiene le spoglie del Poeta. Poco oltre, arrivando in Piazza San Marco si può ammirare l’Oratorio SS Trinità, chiesa cara al Petrarca, contenente l’altare ligneo seicentesco e un’altra pala di Palma il Giovane, e l’annessa Loggia dei Vicari, decorata con gli stemmi dei nobili rettori padovani. Passeggiando per le vie s’incontrano Villa Alessi, Casa Strozzi e Villa Rova, tipico esempio di villa veneziana del ‘400. Entriamo e visitiamo la Casa del Petrarca (supplemento ingresso da pagare in loco / necessaria la prenotazione) che fu edificata con il congiungimento di due preesistenti edifici costruiti su livelli diversi. La casa, come la possiamo ammirare oggi, e’ il risultato di successive ristrutturazioni cominciate fin dalla morte del poeta. All’interno sono esposte alcune testimonianze dell’ammirazione tributatagli nei secoli. In questa piccola casa-museo si susseguono lo studiolo, la libreria e, tra i rari oggetti familiari al poeta, la leggendaria gatta imbalsamata.

Pranzo libero (pranzo in ristorante con supplemento). Partenza per il rientro.

Albergo:
hotel *** situato lungo la Riviera del Brenta, in prossimità di Padova. Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:   
2 giorni (1 notte): € 104,00
3 giorni (2 notti): € 152,00

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, guida per la visita di Padova il 1° giorno (ca. 2h.30), ingresso alla Cappella degli Scrovegni, guida per la visita di Villa Pisani e del percorso in pullman lungo la Riviera del Brenta la mattina del 2° giorno (mezza giornata), le gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 – 3 giorni:

1° giorno: arrivo a Venezia. Trasferimento libero (vaporetto da pagare in loco) in Piazza San Marco. Incontro con la guida (durata ca. 2h. / orario da concordare). L’itinerario permette di conoscere l’area di Piazza San Marco. Nel salotto più bello del mondo, com’è stato definito, si è introdotti alla straordinaria storia della Repubblica di Venezia che per circa mille anni fu uno degli Stati più forti e prestigiosi del mondo conosciuto. Osserviamo gli esterni del Campanile di San Marco, gli esterni e gli interni della Basilica di San Marco con i suoi preziosissimi mosaici, gli esterni del Palazzo Ducale (ingresso a pagamento). La visita permette in tal modo di scoprire un po’ della sua storia e la sua incomparabile bellezza. Conclusa la visita tempo libero a disposizione. Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento al molo. Imbarco e partenza per un’escursione in motonave alla scoperta della Laguna di Venezia (intera giornata / ca. 9h. / sulla motonave non è previsto il servizio guida). Si costeggiano le isole della Laguna Sud con i litorali di Pellestrina, Alberoni, Malamocco. La navigazione continua sfiorando le isole di Poveglia, S. Clemente, Giudecca e S. Giorgio. Si passa davanti a Piazza San Marco e si costeggia Riva degli Schiavoni, i giardini di Castello e di Sant’Elena. Costeggiamo l’Arsenale, antico cantiere navale specializzato nella costruzione di imbarcazioni per la flotta veneziana fin dai tempi delle Crociate, ed incontriamo l’Isola di San Michele (Cimitero di Venezia). A destra vedremo l’Isola della Certosa e l’Isola delle Vignole, dove nell’antichità si produceva vino. Sbarco a Murano, l’isola dei maestri vetrai. Sosta in una vetreria per seguire con una guida le spiegazioni della lavorazione. Proseguiamo incontrando le isole di San Giacomo e l’ex Madonna del Monte. In lontananza scorgiamo l’isola di San Francesco del Deserto, abitata dai padri francescani. Sbarco a Burano, piccolo villaggio di pescatori estremamente pittoresco, celebre nel mondo per la lavorazione dei merletti. Visita libera.
Pranzo in ristorante.
Ripartenza e arrivo all’Isola di Torcello. Sosta e visita libera nelle ridente isola dalle campagne verdi, che conserva inalterato il fascino di un tempo: a testimonianza rimangono pregevoli edifici come la Cattedrale di Santa Maria Assunta (ingresso a pagamento) e la Chiesa di Santa Fosca. Ripartenza e rientro a Sottomarina. Rientro, cena e pernottamento.
3° giorno: prima colazione. Trasferimento a Venezia. Possibilità di visita (vaporetto, guida ed ingressi con supplemento) a:

  1. Palazzo Ducale: simbolo della città, rappresentazione altissima della civiltà veneziana in tutti i suoi aspetti. Vero e proprio capolavoro dell’architettura gotica, l’edificio si struttura in una serie di elementi costruttivi e ornamentali: dalle antiche fondazioni all’assetto trecentesco dell’insieme, ai cospicui inserti rinascimentali, ai fastosi segni manieristici. Gli interni, superbamente decorati da celebri artisti (Tiziano, Tintoretto, Paolo Veronese, Tiepolo) consentono ampi e suggestivi percorsi.
  2. Ghetto Ebraico: si trova a Cannaregio, una delle zone più autenticamente veneziane e meno conosciute della città. Importanti testimonianze storiche ed artistiche si mescolano in questo itinerario che parte da Rialto, dove soggiornavano altre comunità straniere. Il tour si conclude ripercorrendo la storia della comunità ebraica di Venezia fino ai giorni nostri. Su richiesta, con supplemento, potremo visitare il Museo Ebraico e le Sinagoghe.
  3. Scuola di San Rocco: una delle “Scuole grandi” di Venezia che riunivano confraternite religiose e associazioni di artigiani. Custodisce uno straordinario ciclo di tele di Tintoretto che ritraggono scene del Vecchio e Nuovo Testamento.
  4. Museo Navale (necessaria prenotazione / aperto 08.30 – 13.30): il primo nucleo di questa collezione fu rappresentato da una raccolta che la Repubblica curava per conservare tutti i modellini delle navi costruite nell’arsenale. Questa raccolta venne in parte distrutta nel 1797, ma venne pian piano ricostruita con l’aggiunta di altri modelli. L’insieme costituisce una interessante celebrazione delle glorie marinare della Repubblica veneta, della Marina italiana e di altre ancora. Di particolare interesse la sala con il modellino del Bucintoro, la famosa nave da parata della Serenissima, ricostruito nei dettagli.
  5. Teatro della Fenice: visita guidata al teatro riaperto al pubblico alla fine del 2003 dopo un lungo lavoro di ricostruzione a seguito dell’incendio doloso che lo distrusse nel 1996. La durata della visita è di ca. 45 minuti e comprende il Foyer, la Sala Grande, il Palco Reale e le Sale Apollinee.
  6. Galleria dell’Accademia: tra i più importanti musei italiani, tappa fondamentale per la storia dell’arte dal XIV al XVIII secolo. Una straordinaria raccolta di opere dei più grandi esponenti della pittura veneziana e veneta.

Pranzo libero (pranzo in ristorante con supplemento). Partenza per il rientro.

Albergo: 
hotel *** situato a Sottomarina (Ve), a pochi passi dal mare. Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:     
2 giorni (1 notte): € 112,00
3 giorni (2 notti): € 154,00

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in camera singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, guida per la visita di Venezia il 1° giorno (2h.), escursione in motonave come da programma del 2° giorno (ca. 9h. / compresa visita alla vetreria di Murano / sulla motonave non è previsto il servizio guida), assicurazione RC, I.V.A.

La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 – 3 giorni:            

1° giorno: arrivo a Verona. Incontro con la guida (durata ca. 2h.30). Il percorso a piedi si snoda attraverso le vie del centro, in buona parte rimaste quelle tracciate più di duemila anni fa dai romani quando fondarono la città e su cui si sono accumulati due millenni di storie e costruzioni. Verona è una città fatta letteralmente a strati, dove su una base romana formata da imponenti monumenti e suggestivi ruderi, si innestano eleganti chiese romanichecase torre gotiche, ed i palazzi rinascimentali riccamente decorati del lungo e prospero periodo veneziano a formare scorci suggestivi e belle piazze. Conclusa la visita tempo libero. Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento a Mantova. Incontro con la guida (durata ca. 2h.30). Scopriamo il centro storico; partiamo da Piazza Sordello con lo scenografico Castel San Giorgio di impronta militaresca, la facciata del Palazzo Ducale e il Duomo con i suoi magnifici interni dovuti a Giulio Romano. E poi osserviamo il palazzo del Podestà, il Palazzo del Massaro, la Torre della Gabbia e Piazza delle Erbe, circondata dal Palazzo della Ragione, dalla Torre dell’orologio, dai portici e dalla casa del mercante. Qui il vero gioiello è costituito dalla chiesa romanica di San Lorenzo, raro esempio di chiesa a pianta circolare. Poco distante, su Piazza Mantegna, si innalza imponente la Basilica di Sant’Andrea, capolavoro di architettura rinascimentale. Successivamente ingresso a Palazzo Ducale (prenotazione obbligatoria da effettuare con largo anticipo / ingresso a pagamento, consentito a gruppi di 25 persone alla volta / durata ca. 1h.). L’antica reggia dei Gonzaga, una delle più grandi d’Europa, è una città nella città. Frutto di continue trasformazioni, è un insieme di palazzi di epoche diverse, collegati tra loro da una rete di gallerie e separati da piazze e giardini. Il percorso permette di scoprire i tanti ambienti del palazzo tra cui la celebre Camera degli Sposi; dipinta da Andrea Mantegna nell’arco di nove anni, rappresenta una delle più alte testimonianze della pittura di tutti i tempi.
Pranzo in ristorante.
Trasferimento a piedi sul Lungolago, imbarco ed escursione sul Fiume Mincio (ca. 1h.15). Partendo dal Lago Inferiore (pontile lungolago Gonzaga), si naviga sui Laghi Inferiore e di Mezzo osservando la città gonzaghesca che si specchia nelle acque dei suoi laghi. La navigazione procede poi nella Vallazza fra le caratteristiche presenze di flora e di fauna che vivono in questa zona umida protetta dal Parco Naturale del Mincio, dove fioriscono ninfee bianche, gialle e castagne d’acqua. La crociera consente di confrontare tre tipi di ambienti: quello lacuale, quello palustre e quello squisitamente fluviale. Conclusa l’escursione tempo libero. Possibilità di visita a Palazzo Te (ingresso da pagare in loco). Eretto nel 1525, presenta ai visitatori lo splendore dell’opera creativa di Giulio Romano. Otto le sale principali, un cortile interno, uno stupendo loggiato, una serie di camerini, le stalle (ora adibite a sale esposizioni) ed un angolo “segreto”: la grotta. In uno spazio espositivo si possono ammirare: monete, sigilli pesi e misure, coni e stampi. Vi sono anche collezioni di dipinti provenienti da donazioni, una sezione d’arte moderna e 400 reperti d’epoca antica. Rientro, cena e pernottamento.
3° giorno: prima colazione. Possibilità di visita (guida ed ingressi con supplemento) a:

  1. Lago di Garda: trasferimento a Lazise che, situato sulle sponde del Lago di Garda, è circondato da una cinta di mura. Ne scopriamo il piccolo e bel centro, attraversato da strette stradine e piazzette. Imbarco ed escursione in motonave fino a Sirmione (durata ca. 45 minuti – non sono previste soste intermedie / l’orario della navigazione cambia in base al periodo di effettuazione). Arrivo e visita libera del centro storico di Sirmione. Scopriamo il Castello Scaligero edificato nel XIII sec. con i suoi ponti levatoi, le torri e le mura merlate, la chiesa di S. Maria Maggiore, costruita nel XV secolo, i resti della chiesa di S. Salvatore e delle antiche mura di fortificazione e le Grotte di Catullo. All’estremità della penisola protesa sul lago, le Grotte sono state una delle residenze del poeta latino. Sono i resti di una grandiosa villa romana appartenente all’epoca imperiale, il più importante ritrovamento del Nord Italia. Colonne, mosaici e sculture. L’Antiquarium conserva resti architettonici e frammenti di affreschi.
  2. Parco Giardino Sigurtà: è un grandioso giardino di una secentesca villa palladiana. Ogni stagione dell’anno rende caratteristico il percorso a piedi, studiato appositamente per rendere ancor più suggestivi gli scorci panoramici che si aprono sugli ampi spazi verdi, le querce secolari, le piscine, le siepi abilmente scolpite, gli aceri giapponesi ed i cipressi. Grazie alle amorevoli cure, alla dedizione e volontà costanti del suo fondatore, il Conte Sigurtà, l’oasi è composta da splendidi tappeti erbosi e da una ricca flora mediterranea che cresce rigogliosa grazie al mite clima del Lago di Garda.
  3. Vittoriale: arrivo a Gardone e ingresso al Vittoriale. E’ la Cittadella monumentale che D’Annunzio allestisce dal 1921, trasferendosi sulla riva bresciana del Lago. Non è soltanto una casa ma un’insieme di edifici, vie, piazze, teatri, giardini, parchi, corsi d’acqua. La Priora è la casa del Poeta, i Giardini privati e il parco che si estendono su una superficie di 11 ettari, il Museo della Guerra che mostra il ricco e prezioso patrimonio storico legato all’esperienza militare di D’Annunzio.
  4. Sabbioneta: visita del borgo (ca. 1h.30). La cinta muraria bastionata, praticamente intatta, il suo impianto urbanistico e l’insieme dei suoi monumenti ne fanno uno dei gioielli del manierismo italiano. Scopriamo Piazza Ducale, Palazzo Ducale, il Teatro Olimpico, la vasta Piazza Castello (antica piazza d’Armi) nobilitata dall’imponente prospettiva della Galleria degli Antichi, il Palazzo del Giardino.

Pranzo libero (pranzo in ristorante con supplemento). Partenza per il rientro.

Alberghi:
hotel *** situato a Mantova. Cena in hotel.
hotel *** situato nei pressi di Lazise. Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione: 
2 giorni (1 notte): € 101,00  
3 giorni (2 notti): € 147,00

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, guida per la visita di Verona il 1° giorno (ca. 2h.30), guida per la visita di Mantova la mattina del 2° giorno (ca. 2h.30), la navigazione in motonave sul Fiume Mincio nel pomeriggio del 2° giorno (ca. 1h.15), le gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.

La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 giorni:

1° giorno arrivo a Rovereto. Ingresso e visita guidata al MART. Istituito nel 1987, ospita preziose collezioni che attualmente ammontano a oltre 7.000 opere tra dipinti, disegni, incisioni e sculture. Progettato dall’architetto Mario Botta, il complesso, simile ad una cittadella rinascimentale, si apre su una grande piazza intorno alla quale si articolano diversi spazi espositivi. Nel piano internato sono collocati l’Archivio del ‘900 e la Biblioteca specializzata nelle arti figurative del XX° secolo. Le due gallerie per le mostre temporanee sono al primo piano. Qui si collocano anche i laboratori della sezione didattica. La collezione permanente, una raccolta d’arte di profilo italiano dal Futurismo ai giorni nostri, è esposta nei 4.000 mq. del secondo piano. Conclusa la visita tempo libero a disposizione per scoprire il bel centro storico di Rovereto. Possibilità (con supplemento) di ingresso al Museo della Grande Guerra che espone armi e uniformi, fotografie ed opere pittoriche, documenti e cimeli. Propone mostre temporanee, promuove studi e ricerche, cura la pubblicazione di opere a carattere storiografico e documentario. Trasferimento in hotel, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento a Trento, incontro con la guida (ca. 2h.) e visita della città che conserva nei suoi prestigiosi monumenti tutto il patrimonio d’arte e di storia scritto nei secoli dall’incontro fra le culture italiana e nordica. Dimora per secoli dei principi vescovi di Trento, ne visitiamo il caratteristico centro storico con il Duomo (è il principale monumento in stile romano-gotico della regione, dedicato a San Virgilio, iniziato nel 1130, ha uno splendido campanile cinquecentesco) e la sua splendida piazza ornata dalla fontana di Nettuno, Piazza di Fiera, caratterizzata da un lungo tratto di mura merlate, le case affrescate e le chiese del Concilio. Possibilità di ingresso al Castello del Buonconsiglio (ingresso da pagare in loco / chiuso il lunedì). L’immensa costruzione, circondata da alte mura e col ponte levatoio all’ingresso, fu eretta in diverse epoche a partire dal 1200. Residenza di principi vescovi di Trento dalla seconda metà del XIII secolo fino alla secolarizzazione del principato (anno 1803), è formata da diversi corpi di fabbrica addossati alle duecentesche mura cittadine.
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio tempo libero a disposizione. Possibilità (da verificare con i tempi) di trasferimento nei pressi di Borgo Valsugana al Parco Arte Sella (ingresso e guida da pagare in loco), una rassegna di arte contemporanea nella natura. Nel bosco della Val di Sella si trova un itinerario raro e gratificante: il percorso artenatura. Si tratta di un sentiero che si allontana dalle tradizionali classificazioni escursionistiche, ma che non mancherà di far vivere a chi lo percorre un viaggio indimenticabile attraverso la natura ed i suoi rumori, attraverso l’arte ed i suoi colori. Le opere si trovano lungo un sentiero forestale che si estende per circa due chilometri sul versante sud del monte Armentera. Camminando lungo una stradina sterrata il visitatore può ammirare sia installazioni lungo il sentiero, sia opere nascoste nelle meraviglie del bosco. Conclusione dei servizi e partenza per il rientro.

Albergo:
hotel *** situato nei pressi di Riva del Garda (Tn). Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:   
2 giorni (1 notte): € 95,00

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: pensione completa in hotel *** dalla cena del 1° giorno al pranzo dell’ultimo in ristorante, ingresso e visita guidata al Mart di Rovereto il 1° giorno (ca. 1h.30), visita guidata di Trento (ca. 2h.30), gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 giorni:

1° giorno: arrivo a Bressanone. Incontro con la guida (durata ca. 1h.30), visita del centro storico alla scoperta di questa città dal carattere medioevale quasi immutato, del suo maestoso Duomo in stile barocco con il suo celebre chiostro ed il palazzo Vescovile. Fondata nell’anno 901, la meravigliosa e antica Brixen saprà “colpirvi al cuore” per la spettacolarità scenografica della sua famosa Cattedrale bi-cuspidata, per l’animato clima della frequentatissima Via dei Portici-Laubengasse, per il forte silenzio dei suoi chiostri dalle volte illustrate.

  1. Pranzo libero (pranzo in ristorante con supplemento).

Nel pomeriggio trasferimento all’Abbazia di Novacella (aperta da lunedì al sabato / chiusa la Domenica / ingresso e visita guidata con supplemento). Oggi gestita dai Frati Agostiniani, nel medioevo fu un importante centro culturale. Il complesso è formato da una chiesa tardo-barocca, da un chiostro gotico, dal pozzo dei miracoli e dalla famosa biblioteca. Quest’ultima occupa due piani dove sono conservati circa 65.000 volumi a stampa oltre ai manoscritti, divisi in 43 argomenti. Interessante è anche il giardino storico che, dopo un´accurata ristrutturazione, è stato riaperto al pubblico durante l´estate del 2004. Qui troviamo due elementi architettonici molto interessanti: la voliera ed il “piscinum”. Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento a Bolzano. Incontro con la guida (durata ca. 1h.30). Il giro città è una vera e propria “immersione” nel passato medievale del territorio, quando i signori von Tirol dominavano il Tirolo Storico ed i mercati bolzanini definivano l’economia di tutto l’arco alpino. Scopriremo l’ottocentesca Piazza Walther ed il Duomo dedicato a Maria Assunta, in stile Gotico fiammeggiante, che vi si affaccia maestoso con la sua copertura quadricroma in legno invetriato. Visiteremo l’interno del Duomo con gli incredibili affreschi di ispirazione giottesca. Proseguiamo per la piccola Piazza del Grano su cui prospice il Palazzo della Pesa, dalle insegne trecentesce. Quindi accediamo alla celeberrima e duecentesca “Via dei Portici” o, meglio, “Laubengasse”: lunga 200  metri, conta circa 120 Erker (le tipiche finestre poligonate).Tra archi ogivali, portoni incorniciati in marmo e spessi porticati verrà raccontata la storia dei mercati tirolesi e dei mercanti che vi commerciarono per 900 anni. Scopriremo angoli “nascosti” del capoluogo altoatesino per poi giungere nella medievale “via degli Argentieri”, sede dei banchieri, dei cambiamonete e degli usurai.La visita terminerà con un ulteriore percorso lungo la “via della Mostra” con le sue elegantissime e seicentesche case che porterà nuovamente in Piazza Walther.
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio ingresso e visita guidata (durata ca. 1h.) al Museo Archeologico. Si estende su una superficie di 1200 m² ed è stato inaugurato nel 1998. Documenta la preistoria e la storia dell’Alto Adige dalla fine dell’ultima era glaciale fino all’età carolingia. Su quattro piani vengono esposti i materiali più importanti dell’età della pietra, del rame, del bronzo, del ferro, dell’età romana e carolingia della provincia di Bolzano a testimonianza della storia insediativa ed economica dell’aera sudalpina. L’Uomo venuto dal ghiaccio ed il suo equipaggiamento rappresentano il fulcro dell’esposizione. Si tratta della mummia più antica e importante del mondo, risalente a circa 5300 anni fa. Fu ritrovata sulle montagne della Val Senales nel 1991 da due escursionisti. L’intera vicenda, la scoperta, il recupero, gli scavi, gli esami clinici, è illustrata con l’ausilio di pannelli esplicativi, foto, filmati e stazioni multimediali interattive. Conclusione.

Albergo: 
hotel *** situato nei pressi di Bolzano. Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:   
2 giorni (1 notte): € 106,00

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: pensione completa in hotel *** dalla cena del 1° giorno al pranzo dell’ultimo in ristorante, guida di Bressanone la mattina del 1° giorno (ca. 1h.30), guida di Bolzano la mattina del 2° giorno (ca. 1h.30), ingresso e visita guidata del Museo Archeologico di Bolzano il pomeriggio del 2° giorno (ca. 1h.15), gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 giorni:

1° giorno: arrivo a Ravenna. Incontro con la guida (durata ca. 2h.30). Ultima capitale dell’Impero Romano d’Occidente e capitale dell’Esarcato bizantino, Ravenna oggi è una cittadina piena di fascino che conserva intatte le testimonianze artistiche del suo glorioso passato, quando per 350 anni fu una delle più importanti città del mondo tardoantico. Con la guida passeggiamo alla scoperta del centro storico con Piazza del Popolo, la Tomba di Dante, la Basilica di San Vitale, la Basilica di Sant’Apolinnare Nuovo (i meravigliosi mosaici hanno la più vasta superficie musiva che sia giunta a noi dall’antichità), il Battistero Neoniano che è il più antico dei monumenti ravennati (ingressi a pagamento).
Partenza e trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento a Ferrara ed incontro con la guida (durata ca. 2h.30). Da vedere: l’esterno del Castello Estense, l’imponente fortezza innalzata nel ‘300 che per decenni fu una potente macchina militare che venne poi trasformata in dimora signorile (interni a pagamento), la Cattedrale che, eretta nel 1135, rappresenta una fusione perfetta fra stile romanico e gotico, il ghetto ebraico (è un’area del centro storico), l’esterno di Palazzo Diamanti (interni a pagamento) che prende il nome dagli 8.500 “diamanti” che ne compongono il rivestimento, le mura, l’esterno del Palazzo Municipale (ex Palazzo Ducale) costruito nel ‘200 e residenza della famiglia Estense sino al XVI° secolo.
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio imbarco e partenza per escursione in motonave (durata ca. 2h.15) alla scoperta degli antichi corsi d’acqua. Navighiamo dalla Darsena di Ferrara lungo il Po di Volano e il Canale Boicelli, passando per la Conca di Pontelagoscuro, il Po Grande costeggiando l’oasi Isola Bianca. Sostiamo nell’area verde della Società Canottieri di Pontelagoscuro; ritorno in motonave. Partenza per il rientro.

Albergo: 
hotel *** situato a Cervia (Ra), in posizione centrale, in prossimità del mare. Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:
2 giorni (1 notte): € 90,00

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: pensione completa in hotel *** dalla cena 1° giorno al pranzo dell’ultimo in ristorante, guida per la visita di Ravenna il 1° giorno (ca. 2h.30), guida per la visita di Ferrara il 2° giorno (ca. 2h.30), escursione in motonave il pomeriggio del 2° giorno (ca. 2h.)  gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 giorni:

1° giorno: arrivo a Ravenna. Incontro con la guida (durata ca. 2h.30). Ultima capitale dell’Impero Romano d’Occidente e capitale dell’Esarcato bizantino, Ravenna oggi è una cittadina piena di fascino che conserva intatte le testimonianze artistiche del suo glorioso passato, quando per 350 anni fu una delle più importanti città del mondo tardoantico. Con la guida passeggiamo alla scoperta del centro storico con Piazza del Popolo, la Tomba di Dante, la Basilica di San Vitale, la Basilica di Sant’Apolinnare Nuovo (i meravigliosi mosaici hanno la più vasta superficie musiva che sia giunta a noi dall’antichità), il Battistero Neoniano che è il più antico dei monumenti ravennati (ingressi a pagamento). Partenza e trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Programma a scelta tra:

  1. Itinerario A: trasferimento a Gorino (Fe). Imbarco ed escursione in motonave nel Delta del Po (ca. 2h.); ci inoltriamo nei recessi più segreti della foce scoprendo la numerosa avifauna in un ambiente di intatta bellezza. Toccheremo il faro di Gorino, dove potremo ammirare l’Isola dell’Amore e dei Gabbiani. Aggireremo l’Isola di Mezzanino fino al vecchio faro costruito nel secolo scorso in una spettacolare zona di bassifondi ricchi di fauna. Rientro a Gorino. Compatibilmente con i tempi possibilità di visita libera all’Abbazia di Pomposa (ingresso con supplemento). Visitiamo il complesso benedettino situato tra il verde del Bosco della Mesola e la zona delle Valli del Mezzano. Fin dal sesto secolo si impose subito come centro di cultura e di preghiera ad opera dei benedettini. La chiesa presenta la struttura tipica delle basiliche ravennati, a tre navate. Internamente un ciclo d’affreschi eseguito nel ‘300 dalla scuola bolognese.
  2. Itinerario B: trasferimento a Comacchio, imbarco ed escursione in motonave nelle Valli  (2h.); andiamo alla scoperta di questo importante ambiente umido e delle attività della laguna di ieri e di oggi. Si potrà osservare lo spettacolo della flora tipica e della avifauna che vive in completa libertà. Durante l’escursione sosta ai tipici casoni, strutture che consentivano l’organizzazione delle attività vallive, che conservano oggi oggetti e suppellettili utili alla pesca e rappresentano un’importante testimonianza della vita di valle. Compatibilmente con i tempi, possibilità di visita di Comacchio; con gli stretti vicoli, le strade rivestite di ciottoli, le chiese, i palazzi signorili con la loro semplice architettura, i ponti (tra cui il famoso Treponti) che costituiscono la principale caratteristica del paesaggio urbano.

Pranzo in ristorante. Trasferimento a Ferrara e visita libera (guida con supplemento). Da vedere: l’esterno del Castello Estense, l’imponente fortezza innalzata nel ‘300 che per decenni fu una potente macchina militare trasformata poi in dimora signorile (interni a pagamento), la Cattedrale che, eretta nel 1135, rappresenta una fusione perfetta fra stile romanico e gotico, il ghetto ebraico, l’esterno di Palazzo Diamanti (interni a pagamento) che prende il nome dagli 8.500 “diamanti” che compongono il rivestimento esterno, le mura, l’esterno del Palazzo Municipale (ex Palazzo Ducale) costruito nel ‘200 e residenza della famiglia Estense sino al XVI° secolo. Partenza e rientro.

Albergo: 
hotel *** situato a Cervia (Ra), in posizione centrale, in prossimità del mare. Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:       
2 giorni (1 notte): € 85,00 

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: pensione completa in hotel *** dalla cena 1° giorno al pranzo dell’ultimo in ristorante, guida per la visita di Ravenna il 1° giorno (ca. 2h.30), escursione in motonave sul Delta del Po o nelle Valli di Comacchio la mattina del 2° giorno (ca. 2h.), gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 – 3 giorni:

1° giorno: arrivo a Perugia. Incontro con la guida (durata ca. 2h.); scopriamo la Rocca Paolina, la Via Bagliona, che si snoda all’interno dell’antica fortezza, Corso Vannucci, la strada principale della città che ci permette di raggiungere il cuore della città con Piazza IV Novembre. Qui osserviamo gli esterni di Palazzo dei Priori, possente e nobile edificio eretto alla fine del XIII° secolo. Gli interni ospitano la Galleria Nazionale Umbra (ingresso a pagamento). Nei pressi della piazza si affaccia la Sala dei Notari, una superba aula medievale, antica sala delle assemblee popolari e delle udienze dei Notari, la Sala del Cambio (ingresso a pagamento). Visitiamo poi il Duomo di San Lorenzo, la bellissima e duecentesca Fontana Maggiore, con l’eleganza della sua architettura e la ricchezza dei particolari decorativi. Si prosegue fino a Porta del Sole, all’Arco e alle mura etrusche. Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento ad Assisi. Incontro con la guida (durata ca. 2h.30). La visita prevede la duecentesca Basilica di Santa Chiara che si affaccia davanti ad un balcone naturale da cui si può godere di un vasto panorama, la chiesa di San Damiano, la Cattedrale di San Ruffino, considerata uno dei monumenti più significativi dell’arte romanica, Piazza del Comune, luogo di incontro della comunità assisiana. Su di essa si innalzano la Chiesa di Santa Maria, la Torre del Popolo, il duecentesco Palazzo del Capitano e il Palazzo dei Priori, oggi sede del comune. Attraverso i vicoli medievali si giunge alla Basilica di San Francesco (all’interno la guida non può spiegare senza l’utilizzo di microfono e auricolari, prenotabili con supplemento da pagare in loco, in caso contrario la spiegazione sarà effettuata all’esterno). La visita si conclude con la Basilica Inferiore a cui si accede tramite un arco quattrocentesco e un grande portale gotico.
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio possibilità di visita (guida ed ingressi con supplemento) a:

  1. Spoleto: la città fu un’importante colonia romana e poi sede di un Ducato longobardo. I più famosi monumenti risalgono però all’età comunale e al rinascimento, anche se non mancano le testimonianze delle epoche più antiche. Il duomo è la principale attrazione turistica, collocato in una magnifica posizione scenografica in fondo a una lunga scalinata che si apre improvvisamente tra gli stretti vicoli del centro.
  2. Fonti del Clitunno: un vero gioiello naturalistico, per le suggestioni che evocano sono il luogo ideale per comprendere l’intreccio tra religiosità e ambiente. Qui polle d’acqua dagli intensi colori ed una lussureggiante vegetazione creano un ambiente di incomparabile bellezza che ha  ispirato nel corso dei secoli poeti come Virgilio, Byron e Carducci e pittori come Corot.
  3. Cascata delle Marmore: decantata nei secoli per la sua bellezza, appare come una scrosciante colonna d’acqua distribuita su tre salti. Avvolgendo la flora in una nuvola di schiuma bianca, copre un dislivello di 165 metri. Lo scenario è frutto di oltre duemila anni di lavoro da parte dell’uomo che, a partire dall’età romana, ha tentato di canalizzare le acque del fiume Velino per farle precipitare nel sottostante fiume Nera. Il nostro percorso guidato, dopo aver superato in breve un primo dislivello, offre la possibilità di importanti osservazioni di carattere naturalistico e meravigliosi punti panoramici sulla cascata più famosa d’Europa.
  4. Bosco di San Francesco: percorriamo lo stretto sentiero che, partendo dalla Basilica di San Francesco, attraversa terreni boschivi e campi coltivati, radure e oliveti.  Durante la visita vi proporremo dunque tre chiavi di lettura di questo sistema storico – paesaggistico, tre percorsi indipendenti ma fra loro sovrapponibili: il “percorso paesaggistico”, che mette in evidenza il ruolo storico del paesaggio rurale italiano; il “percorso storico”, che racconta la storia del luogo attraverso i suoi edifici originari; il “percorso spirituale”, che favorisce una profonda riflessione sul rapporto storico, attuale e futuro tra Uomo e Natura.
  5. Gubbio: conserva il disegno delle mura di cinta che fanno rivivere l’atmosfera medievale. Scopriamo il Palazzo dei Consoli che domina la Piazza della Signoria, la Chiesa di San Francesco, Palazzo Ranghiasci, Via Ducale dove è possibile vedere un’enorme botte della capacità di 200 ettolitri, fino al Duomo e al Palazzo Ducale, il quartiere di San Martino con le torri medievali e le “Porte del Morto”, fino alla fontana dei matti. Si può includere il teatro romano, uno de più grandi del mondo romano. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° giorno: prima colazione. Trasferimento a Orvieto e incontro con la guida (durata ca. 2h.30). La visita ha inizio dal Pozzo di San Patrizio della prima metà del ‘500 (ingresso a pagamento). Attraversando il centro la guida illustrerà gli aspetti storici ed artistici più rilevanti passando nei pressi della Torre del Moro e del Palazzo del Popolo. Arrivo in Piazza Duomo e visita del Duomo che rappresenta una delle più significative creazioni dell’architettura gotica italiana. La stupenda facciata, il maestoso interno su tre navate, il celebre ciclo di affreschi “La fine del Mondo” di Luca Signorelli all’interno della Cappella di San Brizio (prenotazione gruppi da effettuare in anticipo, ingresso a pagamento). Possibilità (con supplemento / durata ca. 1h.) di visita dei sotterranei scavati nel tufo. Entreremo nei sotterranei di una città che ha saputo conservare, sotto l’attuale tessuto urbano, in un esteso labirinto di grotte e gallerie, le sue antiche radici. Saremo accompagnati in un percorso emozionante ed estremamente agevole.
Pranzo libero (pranzo in ristorante con supplemento). Partenza per il rientro.

Albergo:
hotel *** situato a Santa Maria degli Angeli (Pg), in prossimità di Assisi. Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:       
2 giorni (1 notte): € 92,00  
3 giorni (2 notti): € 145,00 

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, guida per la visita di Perugia il 1° giorno (ca. 2h.30), guida per la visita di Assisi il 2° giorno (ca. 2h.30), guida per la visita di Orvieto la mattina del 3° giorno (ca. 3h.), le gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 2 – 3 giorni:

1° giorno: arrivo ad Urbino. Incontro con la guida (ca. 2h.30). La visita permette di scoprire i tesori d’arte custoditi nelle belle chiese del centro storico, di vedere gli esterni della casa natale di Raffaello e i palazzi patrizi disseminati lungo le caratteristiche e tortuose strade cittadine. Possibilità di ingresso (supplemento da pagare in loco) al monumentale Palazzo Ducale (ingresso da pagare in loco) che ospita al suo interno la Galleria Nazionale delle Marche con i capolavori di Piero della Francesca, Raffaello, Tiziano, Barocci.
Nel corso della giornata pranzo libero (supplemento ristorante).
Pomeriggio libero. Possibilità (con supplemento) di visita alla Casa natale di Raffaello: il luogo dove nacque e visse i primi anni della sua formazione artistica alla scuola del padre, Giovanni Santi, anch’egli pittore affermato. La casa si è arricchita nel tempo di numerose opere d’arte, frutto della generosa collaborazione di privati cittadini e di pubbliche istituzioni: al suo interno sono ora esposti dipinti, sculture, ceramiche, arredi lignei, ecc . Alcuni di questi oggetti sono strettamente connessi a Raffaello (copie di suoi dipinti, bozzetti per il suo monumento, omaggi di altri artisti al Pittore, ecc.), altri sono a documentazione della ricca storia urbinate in campo artistico, civile e religioso (numerosi i ritratti di urbinati illustri), altri, infine, costituiscono diretta testimonianza del mito che in varie epoche ha accompagnato la figura di Raffaello. Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione, trasferimento alle Grotte di Frasassi. Ingresso e visita guidata (ca. 1h.15). Attraverso un agevole itinerario si possono ammirare i capolavori della natura valorizzati da un sapiente uso dell’illuminazione. Piccoli laghi, stalattiti intarsiate, lucenti stalagmiti, sale con arabeschi di cristallo e alabastro fanno da cornice alla nostra visita.
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio trasferimento a Fabriano. Visita libera. Possibilità (con supplemento) di ingresso e visita a Museo della Carta e della Filigrana. La visita include una dimostrazione pratica dal vivo della produzione della carta a mano effettuata dai Mastri Cartai del Museo, la visione di filigrane antiche e di un filmato sulla storia della carta a Fabriano.
Rientro in hotel, cena e pernottamento.
3° giorno: prima colazione. Possibilità di visita (guida ed ingressi con supplemento) a:

  1. San Leo: ingresso e visita guidata alla Rocca (la si raggiunge dal centro con una camminata di 20 minuti). Collocata nel punto più alto della rupe, sovrasta possente il piccolo centro abitato regalando dalle sue mura un vastissimo panorama. E’ una delle più celebrate testimonianze di arte militare. Conclusa la visita guidata tempo a disposizione per la visita libera della cittadina, che conserva ancora oggi l’originaria struttura medievale: lungo l’unica strada di accesso si affacciano le antiche abitazioni ed i palazzi. Da vedere la Pieve, il più antico monumento religioso dell’intero territorio del Montefeltro, la Cattedrale di San Leone, il più alto esempio d’architettura medievale conservato nel Montefeltro, che costituisce una delle più singolari ed importanti testimonianze dell’architettura romanico-lombardo.
  2. Gradara: antico borgo dal ricco patrimonio storico. La rocca è splendida ed offre uno spettacolo appagante, integrandosi nel morbido paesaggio circostante. Di aspetto medievale, in felice posizione panoramica su un colle, Gradara è cinta da una cortina di mura trecentesche coronate di merli guelfi e munite di bastioni rettangolari.
  3. Recanati: andiamo alla scoperta dei luoghi che hanno ispirato Giacomo Leopardi. Visitiamo la Piazza del Sabato del Villaggio, la Casa di Silvia, la Chiesa di Santa Maria, il Colle dell’Infinito, la Chiesa dei Cappuccini e la Torre del Passero Solitario. Ingresso a Palazzo Leopardi (a pagamento). Visiteremo con la guida il piano della biblioteca e successivamente, senza guida, la mostra permanente.
  4. Grotte dell’Onferno: arrivo a Gemmano ed incontro con la guida. Lungo il percorso sotterraneo (vengono forniti casco e torcia) ammiriamo suggestivi ambienti, canyon, sale, strettoie e scopriamo una preziosa colonia di pipistrelli.
  5. Parco del Monte Conero: arrivo a Sirolo ed incontro con le guide. Trasferimento al piazzale sommitale del Monte Conero ed escursione naturalistica alla scoperta dell’ambiente naturale del Conero. Trasferimento a Portonovo con visita della baia e della spiaggia immersa nella macchia mediterranea, dei laghetti salmastri, dell’ex Fortino Napoleonico, della Torre di guardia e della Chiesa di Santa Maria di Portonovo, eretta in candida pietra del Conero, vero gioiello di architettura romanica.

Nel corso della giornata pranzo libero (supplemento ristorante). Partenza per il rientro.

Albergo:
hotel *** situato a Pesaro, in prossimità del mare. Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:      
2 giorni (1 notte): € 85,00
3 giorni (2 notti): € 120,00

Gratuità:  1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi indicati*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, guida per la visita di Urbino il 1° giorno (ca. 2h.30), ingresso e visita guidata alle Grotte di Frasassi il 2° giorno (1h.), le gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 3° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Programma 4 giorni:

1° giorno: arrivo in giornata a Castel del Monte. Incontro con la guida (durata ca. 2h. / ingresso da pagare in loco). Ingresso e visita di Castel del Monte. Fatto costruire da Federico II nel XIII secolo, è il più famoso fra i numerosi castelli svevi della regione. E’ un esempio mirabile d’architettura romanico – pugliese e per la peculiarità della struttura e per la ricercatezza del progetto è certamente uno dei monumenti più interessanti e suggestivi del mondo. L’Unesco lo ha inserito tra i beni patrimonio dell’umanità. Di pianta ottagonale, con le sue otto torri domina il paesaggio circostante con la sua imponente mole. Conclusa la visita partenza e trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.
2° giorno: prima colazione. Trasferimento ad Alberobello e incontro con la guida (durata ca. 3h.). Visitiamo l’antico borgo con i caratteristici trulli allineati lungo le viuzze scoscese e tortuose riconosciuto dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Successivamente trasferimento ad Ostuni; la calce bianca colora i muri della case, dei palazzi e  delle chiese. Ne visitiamo il centro storico, con le stree viuzze, le piccole piazze, la Cattedrale del XV secolo con l’elegante facciata sormontata dallo splendido rosone, le mura e i torrioni cilindrici medievali.

  1. Pranzo in ristorante.

Nel pomeriggio ingresso e di visita alle Grotte di Castellana; grandioso complesso speleologico tra i più importanti dl mondo. La spettacolarità è determinata dalle formazioni stalagmitiche e stalattitiche presenti al loro interno che formano impareggiabili scenari. La visita ci permette di scoprire la Grotta Nera, il Cavernone dei Monumenti, della Civetta e del Presepe e la bellissima Grotta Bianca definitia, per il suo candore, la cavità più splendente al mondo. Conclusa la visita tempo libero. Possibilità di trasferimento e di visita libera (guida con supplemento) di Cisternino; considerato uno dei borghi più belli d’Italia, il percorso si snoda nel borgo antico dalle case imbiancate a calce e tocca la chiesa Madre e la Torre Normanna di Porta grande. Possibilità di visita al Conservatorio botanico “I giardini di Pomona”, per osservare la straordinaria varietà di piante da frutto che vi sono coltivate. Rientro, cena e pernottamento.
3° giorno: prima colazione. Trasferimento e visita guidata (mezza giornata) a:

  1. Lecce: l’itinerario consente di scoprire il bellissimo centro storico, con piazza del Duomo (un armonioso e scenografico insieme barocco), il Palazzo del Seminario e quello Vescovile, la Basilica di Santa Croce (considerata una delle massime espressioni del barocco leccese), il corso, i resti del teatro romano.
  2. Matera: antichissima e di origine millenaria, è la città delle Caverne, dei Villaggi Trincerati, delle Case contadine scavate nella roccia, delle Chiese Rupestri affrescate. Ne scopriamo il centro storico: partiamo da Piazza Vittorio, circondata da palazzi del ‘600, il Belvedere Guerricchio con un incredibile colpo d’occhio dei Sassi, la Cattedrale del XIII sec. e i Rioni Sassi, nati nel XV secolo, scavati nella roccia calcarea, in cui è possibile ammirare cisterne, neviere e piccoli vicinati. Negli anni ’50 i materani abbandonarono le abitazioni nei Sassi per occupare i nuovi quartieri. Nel 1993, sottratti al rischio di demolizione, sono stati riconosciuti Patrimonio Mondiale dell’Umanitaà dall’Unesco. Potremo visitare una Casa Grotta (ingresso da pagare in loco); tipicamente arredata, con mobili e attrezzi d’epoca per avere un’idea precisa di come era organizzata la vita contadina nelle case dei Sassi.

Nel corso della giornata pranzo in ristorante.
Nel tardo pomeriggio rientro in albergo. Cena e pernottamento
4° giorno: colazione. Trasferimento e visita (guide con supplemento) a:

  1. Trani: visitiamo la splendida Cattedrale romanica, l’edificio più bello e celebrato del romanico pugliese. La costruzione, iniziata nel 1099, ispira un senso di maestosità e di grandezza. Splendido lo scenario in cui è inserita: una ampia piazza affacciata direttamente sul mare. Nei pressi si trova il bel Castello Svevo, sorto nel 1233 per volere di Federico II. Da vedere inoltre il caratteristico centro storico, il porto, la villa comunale, gli antichi palazzi.
  2. Monopoli: si sviluppa lungo il litorale adriatico. Da vedere la splendida Cattedrale di Santa Maria, in stile romanico con facciata tardo-barocca, il Castello Carlo V,  fortificazione di origine aragonese e monumento simbolo della città, il complesso di Santo Stefano, una ex abbazia che sorge a pochi chilometri dall’ingresso orientale di Monopoli, su di uno sperone di roccia.
  3. Monte Sant’Angelo: arroccato su uno sperone a 800 mt. d’altitudine, ai margini della foresta Umbra, custodisce uno dei Santuari più antichi della cristianità. Il castello di Monte Sant’Angelo (ingresso con supplemento) domina tutto il golfo di Manfredonia. Di mole gigantesca e irregolare è dominato dalla Torre dei Giganti che ne rappresenta il nucleo più antico. Oggi è possibile visitare le sale interne, i cunicoli ed i torrioni, dai quali si ammira il superbo panorama sul promontorio garganico. Conclusa la visita del castello, scopriamo il Santuario di San Michele Arcangelo, meglio conosciuta come chiesa nella grotta (proposto a bene dell’Unesco) e il centro storico con il caratteristico rione Junno.
  4. Saline di Margherita di Savoia: potremo ammirare le saline più estese e più produttive d’Europa. La visita prevede: zona salante (processo della produzione del sale), attività del saliniere, aie di ammassamento (montagne di sale), raccolta sale (solo se in atto), impianto di impacchettamento. Presso il Torrione, ha la sua sede un ricco Museo Storico del sale.
  5. Caseificio: oltre 10.000 mq accolgono lo stabilimento produttivo, tecnologie innovative accelerano intere fasi di lavorazione garantendo un eccellente prodotto. Il latte viene stoccato in silos, analizzato accuratamente per verificarne conformità e standard produttivi mentre severi controlli quotidiani verificano l’arrivo della materia prima, la sua produzione e la sua distribuzione.

Nel corso della giornata pranzo libero (supplemento ristorante). Partenza per il rientro.

Albergo:
hotel *** situato nei pressi di Fasano. Cena in hotel.

Quota individuale di partecipazione:   
4 giorni (3 notti): € 195,00

Gratuità: 1 ogni 25 paganti in singola (esclusi supplementi*)

La quota di partecipazione comprende: la mezza pensione in hotel *** dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo, pranzo in ristorante il 2° giorno, pranzo in ristorante il 3° giorno, guida per la visita di Castel del Monte il 1° giorno (ca. 2h.), guida per la visita di Alberobello e di Ostuni la mattina del 2° giorno (mezza giornata), ingresso e visita guidata alle Grotte di Castellana (ca. 2h. / percorso completo), guida per la visita di Lecce oppure di Matera la mattina del 3° giorno (mezza giornata), le gratuità come indicato, assicurazione RC, I.V.A.
La quota di partecipazione non comprende: trasporti, pranzo del 1° e del 4° giorno, bevande (da pagare in loco acqua minerale, vino e bibite), ingressi, supplementi, extra e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Preventivo
RICHIEDI PREVENTIVO
Quote partecipazione
LE QUOTE DI PARTECIPAZIONE
Logo Condizioni Generali
CONDIZIONI GENERALI